5 libri indimenticabili ambientati in inverno

sei in  Libri

di  redazione

5 libri indimenticabili ambientati in inverno

29 Dicembre 2020

Condividi

L’inverno comincia il 22 dicembre e finisce 21 marzo con l’arrivo della primavera. Tra gelo e maglioni, neve e distese di grandi silenzi, non può di certo mancare la lettura di un buon libro mentre si sorseggia una tisana distensiva tisana.

Oggi vi proponiamo 5 libri ambientati proprio in inverno che saranno singolari perché fuori dal circuito dei nomi comuni (Shakespeare, Pasternak, Calvino) e soprattutto indimenticabili proprio come il peso specifico di questa stagione.

Un rude inverno di Raymond Queneau

Questo romanzo, pubblicato da Queneau all’inizio della Seconda guerra mondiale (1939), è ambientato a Le Havre durante la Prima incentrandosi sulla figura di Bernard Lehameau, un ferito in convalescenza e vedovo fedele che si perde in passeggiate solitarie tra la neve, i cinema notturni e la tenerezza di un amore impossibile.

Purtroppo l’anelito della morte, la peggiore nemica conosciuta in battaglia, è sempre presente ai cuore dell’uomo, tanto da strozzarne ogni tentativo di progresso. Eppure la vita è più forte di qualsiasi inverno, anche se “la vita degli uomini non è come il tempo. Da un certo momento in poi, non smette più di nevicare.”

Il viaggio d’inverno di Amélie Nothomb

Zoïle è impiegato di una società elettrica e ha come passione la lettura per l’Odissea, Astrolabe è invece una splendida ragazza che si prende cura di Aliénor, scrittrice di successo che però soffre di una curiosa forma di autismo. Zoïle affascinato da Astrolabe e infastidito da Aliénor, inizia a frequentare le due donne cercando di insinuarsi in questa strana coppia con un esito sarà più disastroso dei diluvi di gennaio.

Il libro dell’inverno di Tove Jansson

L’inverno bianco del Nord, la neve fitta che sommerge il paesaggio finché nessuno più ricorda cosa c’era sotto, l’orizzonte che sprofonda finché la terra intera pare capovolgersi. È questo il mondo speciale in cui cresce Tove Jansson tra le enigmatiche donne bianche create del padre scultore e l’universo poetico della madre illustratrice, i capricci della scimmietta Poppolino e i sogni cullati da note di balalaike ed echi di feste bohémiennes.

Con il suo sguardo fresco e senza filtri e la disarmante saggezza di chi sa indagare il mondo con la lente dell’immaginazione, una bambina racconta le sue piccole grandi iniziazioni alla vita dove quelle cose che appaiono come comuni eventi quotidiani si accendono di magia e rivelazioni leggere come il primo fiocco di neve.

Racconti d’inverno di Karen Blixen

Karen Blixen finì di scrivere questi Racconti d’inverno nel 1942 quando era già iniziata a essere famosa per le sue due prime pubblicazioni.

La scrittrice ha scritto queste storie come se le avesse viste accadere coi suoi occhi legandole alle “Sette storie gotiche” e insieme alle narrazioni successive. Sugli sfondi la foschia dei boschi e laghi ghiacciati vibranti di malinconia si stagliano i destini dei suoi personaggi che continuamente si rovesciano come guanti.

“Fuori nevicava. I passi della gente non producevano alcun suono sul sottile strato di neve che copriva il marciapiede; la terra era muta e morta. Ma l’aria era intensamente viva.”

Gelide scene d’inverno di Ann Beattie

Ann Beattie, autrice di culto negli Stati Uniti e capofila della corrente minimalista, ha esordito con questo romanzo nel 1976. La storia è quella del giovane Charles, impiegato in un ufficio statale, ossessivamente innamorato di Laura, la donna con cui ha avuto una storia ma che ha preferito tornare al quotidiano ménage col marito.

Circondato da una famiglia disfunzionale, quella di Charles è il ritratto di un’America disillusa che ha visto svanire l’ebbrezza visionaria degli anni Sessanta e di Woodstock e deve fare i conti con la propria desolata normalità. Qui l’inverno è, innanzitutto, un luogo dell’anima.

Leggi anche: 5 romanzi russi contemporanei che dovreste assolutamente leggere
Continua a seguirci sui nostri social Facebook e Twitter!

Libri

I libri per bambini di successo scritti da attori, musicisti e persino politici famosi I 5 libri preferiti di Robert Smith, il frontman dei ‘The Cure’
leggi articoli di  Libri
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Libri
CONDIVIDI ADESSO
Facebook Whatsapp
Twitter Instagram Linkedin
TEMI DI QUESTO POST classifica consigli inverno leggere lettura Libri Oggi romanzi