Addio a Larry McMurtry, premio Pulitzer nel 1986 con il romanzo “Lonesome Dove”
Cultura

Addio a Larry McMurtry, premio Pulitzer nel 1986 con il romanzo “Lonesome Dove”

È morto, all’età di 84 anni, il prolifico scrittore e sceneggiatore americano Larry McMurtry.

La causa del decesso è stata una grave insufficienza cardiaca, come dichiarato dall’amata moglie Diana Ossana.

Larry McMurtry, un prolifico romanziere e sceneggiatore

In più di cinque decenni, Larry McMurtry ha scritto più di 30 romanzi e molti libri di saggi, soprattutto storici.

In aggiunta al suo lavoro da romanziere, lo scrittore ha realizzato numerose sceneggiature, inclusa quella di “Brokeback Mountain” per la quale, assieme alla moglie, ha vinto un Academy Award nel 2006.

Ma ha trovato il suo più grande successo commerciale e critico con “Lonesome Dove“, un ampio romanzo di 843 pagine su due Texas Rangers in pensione che guidano una mandria di bestiame rubato dal Rio Grande al Montana negli anni Settanta dell’Ottocento. Il libro ha vinto un Premio Pulitzer nel 1986 ed è stato trasformato in una popolare miniserie televisiva.

Larry McMurtry è in particolar modo conosciuto per il romanzo “Lonesome Dove” un anti-western che gli valse, nel 1986, il premio Pulitzer.

“Sono un critico del mito del cowboy. E poiché è un mito che una parte della mia eredità, sento che è un mio compito legittimo da criticalo.”

Dall’inizio della sua carriera, i suoi libri sono stati una miniera d’oro per i registi come “Horseman, Pass By” trasposto al cinema come “Hud il selvaggio”, diretto da Martin Ritt e interpretato da Paul Newman e il romanzo di formazione divertente, elegiaco e sessualmente franco “The Last Picture Show” nell’omonima pellicola di Peter Bogdanovich con Jeff Bridges e Cybill Shepherd.

Non dimentichiamo neanche “Voglia di tenerezza” che, interpretato da Shirley MacLaine, Debra Winger e Jack Nicholson, ha vinto l’Academy Award per il miglior film del 1983.

Un cowboy della letteratura

Larry McMurtry è stato per tutta la vita estraneo ai salotti letterari.

Ha vissuto per gran parte della sua vita nella sua città natale, Archer City, in Texas, due ore a nord-ovest di Dallas e ha avuto la stessa casella postale per quasi 70 anni.

Figlio di vaccari, lo scrittore è stato per oltre 50 anni anche antiquario di libri antichi. La sua libreria, la “Archer City, Booked Up” è tuttora una delle più grandi degli Stati Uniti d’America e contiene circa 400.000 volumi.

La sua sola biblioteca privata conteneva circa 30.000 libri ed era distribuita in tre case, per “un risultato pari se non migliore dei miei stessi scritti”.

“Sono cresciuto nelle Grandi Pianure proprio mentre la tradizione pastorizia stava iniziando a perdere la sua vitalità e mi sono interessato per tutta la vita alle razze che scompaiono.”

Leggi anche: La confessione intima di Jessica Alba: ” Sono cresciuta con una malattia cronica”Continua a seguirci sui nostri social Facebook e Twitter! Fonte:

Grave lutto per i Pooh: è morto Alex De Benedictis
alex de benedictis
Grave lutto per i Pooh: è morto Alex De Benedictis
Natale naturale: 9 idee per decorare con le piante
arredamento
Natale naturale: 9 idee per decorare con le piante
Stella di Natale: 10 cose da sapere
lifestyle
Stella di Natale: 10 cose da sapere

Peoplenow.it è partner di Smart eCommerce. La piattaforma editoriale e pubblicitaria per i siti ed i blog di informazione on-line. Smart eCommerce è curatore tecnologico e proprietario dei server che ospitano il sito. Smart eCommerce è curatore commerciale per la monetizzazione del traffico del sito. Chiedi info via e-mail ad adv@smartecommerce.it