Adidas: la rivoluzione green 2021, dai tessuti eco-sostenibili alle scarpe vegane

sei in  Green

di  redazione

Adidas: la rivoluzione green 2021, dai tessuti eco-sostenibili alle scarpe vegane

3 Gennaio 2021

Condividi

Adidas, il marchio tedesco leader dello sportswear, si muove sempre di più verso scelte green e che rispettino l’ambiente.

Il brand che utilizza già da un paio di anni solo cotone sostenibile, ha ufficialmente dichiarato che nel 2021 più del 60% di tutti i prodotti verrà creato con materiali green.

L’intento di Adidas è di cercare di raggiungere l’utilizzo completo di poliestere riciclato in tutti i suoi prodotto entro il 2024.

La collaborazione di Adidas con brand ecosostenibili

Per raggiungere il lodevolissimo obiettivo prefissato, l’Adidas allargherà le sue collaborazioni con brand ecosostenibili.

Già nel 2015 ha lanciato una particolare calzatura con “Parley for the Oceans“, un’organizzazione no-profit che si occupa della protezione degli oceani.

Questa unione ha poi permesso di ripulire i mari e le spiagge da quasi 7 mila tonnellate di rifiuti di plastica con cui sono state prodotti circa 15 milioni di paia di scarpe e non solo.

Il brand sta inoltre lavorando con “Infinite fiber” per trasformare gli abiti usati in un materiale simile al cotone al solo intento di trovare un’alternativa alla pelle in modo da non coinvolgere più ovviamente gli animali nella produzione di calzature.

Ricordiamo infatti che già da tempo la pelliccia è stata abolita all’interno dell’azienda tedesca.

Le scarpe vegane

Un altro marchio con il quale la Adidas sta collaborando per realizzare scarpe con la più bassa impronta climatica al mondo è Allbirds.

Quest’anno Adidas ha dato vita alla “Ultraboost dna loop”, una calzatura realizzata in un unico materiale e saldata senza colla che, una volta concluso il suo ciclo di vita, può essere scomposta riutilizzandone i pezzi.

Adidas apporterà la sua esperienza nella costruzione di calzature e per le esigenze del settore performance, mente Allbirds aggiungerà i suoi materiali sostenibili e il suo tool di valutazione del ciclo di vita dei prodotti che permetterà di misurare le emissioni di anidride carbonica lungo tutta la catena del valore della produzione di una scarpa.

Le due aziende ci tengono infatti a precisare che attualmente una scarpa da running media ha un impronta di carbonio di circa 13,6 kg di CO2.

Come dichiarato da Tim Brown, fondatore dell’azienda americana Allbirds:

“La nostra speranza è che questa partnership ispiri quante più persone possibili a condividere le loro idee migliori e le loro scoperte, perché si riesca a vincere la sfida insieme e a trovare soluzioni che ci consentano di vivere in modo più sostenibile. È una sfida che non può essere vinta da un’azienda da sola.”

Con il claim “Our icons go vegan” (“Le nostre icone diventano vegane”, ndr), il gruppo bavarese guidato da Kasper Rorsted ha anche lanciato sul mercato quattro nuove versioni delle sue classiche sneakers completamente prive adesso di qualsiasi materiale di origine animale.

La collaborazione con Stella McCartney

Senza dubbio la realizzazione delle versioni vegan delle famose San Smith con la stilista vegan Stella McCartney deve aver avuto un ruolo in questo nuovo progetto green di Adidas.

Consolidando il suo impegno verso pratiche sostenibili e cruelty-free, per il secondo drop 2021 della sneaker in ecopelle Stella McCartney si è ispirata alle tonalità dell’arcobaleno.

Sarà comunque presente il volto di Stan Smith stampato sulla linguetta della scarpa destra e invece il ritratto e la firma della stilista inglese sulla sinistra.

Intanto il modello Superstar con il bollino “vegan” sul tallone sta già diventando iconico.

I materiali: con cosa sono fatte le scarpe Adidas vegane?

I materiali delle scarpe vegane di Adidas sono: gomma (parte della quale riciclata), poliuretano, cotone e una inusuale combinazione fra alghe e l’EVA (l’etilene vinil acetato, una particolare schiuma fatta di etilene e acetato di vinile che garantisce un elevato livello di elasticità e flessibilità).

Secondo l’azienda le alghe, raccolte da bacini e corsi d’acqua inquinati per il rischio di sovraccarico algale, sono ottenute dalla “depurazione di almeno 30 litri di acqua di lago inquinata.”

Leggi anche: Le candele profumate, vegan e ecosostenibili
Continua a seguirci sui nostri social Facebook e Twitter!

Green

Giardinaggio: le 5 app più utili Glasgow, una città da scoprire
leggi articoli di  Green
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Green
CONDIVIDI ADESSO
Facebook Whatsapp
Twitter Instagram Linkedin
TEMI DI QUESTO POST adidas allbirds ambiente brand ecologia ecosostenibile fashion green moda Oggi running Scarpe sneakers sostenibilità Sport sportswear vegan vegano