Allarme femminicidi, l’iniziativa degli abitanti siciliani: “Ti rissi no, cala i manu”
Italia

Allarme femminicidi, l’iniziativa degli abitanti siciliani: “Ti rissi no, cala i manu”

Allarme femminicidi. “Chiama 1522” e ancora “Ti rissi no, cala i manu”, sono queste le scritte che riempiono gli striscioni apparsi per le vie di Palermo per dire basta alla violenza sulle donne.

I manifesti sono esposti in Corso Vittorio Emanuele, all’altezza di Porta Felice, e sul muro del Palazzo di Giustizia di Palermo.

L’iniziativa palermitana contro l’aumento dei femminicidi

L’invito a chiamare il Centro antiviolenza al numero 1522 è rivolto alle donne che vivono nella paura e non sanno come liberarsi dal loro aguzzino.

Accanto a queste parole e al numero del centro antiviolenza ci sono i nomi delle ultime tre donne siciliane vittime di femminicidio.

“Chiama 1522. Lorena Quaranta. Piera Napoli. Roberta Siragusa”, tre donne che avevano bisogno d’aiuto e che hanno visto la loro vita spegnersi per un capriccio dei loro assassini.

Lorena Quaranta è stata uccisa dal suo fidanzato a Furci Siculo, nel Messinese. L’uomo ha affermato di aver assassinato la donna con una coltellata allo stomaco ma il medico legale ha rilevato la morte della vittima per asfissia da soffocamento, oltre a taumi da corpo contundente.

Piera Napoli è la giovane cantante neomelodica uccisa per mano del marito. L’uomo le ha inferto decine di coltellate mentre lei era nel bagno della loro casa in via Vanvitelli, a Cruillas. Piera, che ha tentato di difendersi fino alla fine, è stata vittima di una furia omicida implacabile e violenta.

Roberta Siragusa è la giovanissima vittima di soli 17 anni uccisa dalle mani del suo fidanzato di 19 anni. Il corpo della giovane è stato ritrovato senza vita e parzialmente carbonizzato in un burrone in provincia di Palermo.

Solo tre nomi tra le tante donne vittime di femminicidio che gridano una semplice frase: “Ti rissi no, cala i manu”

Leggi anche: Femminicidio: un uomo ha pugnalato a morte la compagna prima di violentare sua figlia di 12 anni
Continua a seguirci sui nostri social Facebook e Twitter! Fonte: blosicilia

Grave lutto per i Pooh: è morto Alex De Benedictis
alex de benedictis
Grave lutto per i Pooh: è morto Alex De Benedictis
Natale naturale: 9 idee per decorare con le piante
arredamento
Natale naturale: 9 idee per decorare con le piante
Stella di Natale: 10 cose da sapere
lifestyle
Stella di Natale: 10 cose da sapere

Peoplenow.it è partner di Smart eCommerce. La piattaforma editoriale e pubblicitaria per i siti ed i blog di informazione on-line. Smart eCommerce è curatore tecnologico e proprietario dei server che ospitano il sito. Smart eCommerce è curatore commerciale per la monetizzazione del traffico del sito. Chiedi info via e-mail ad adv@smartecommerce.it