Anac: inchiesta sugli appalti per le forniture di mascherine acquistate della difesa

L'Autorità nazionale anticorruzione guidata da Giuseppe Busia ha acceso i riflettori sui lotti di mascherine acquistate dall'agenzia militare
sei in  Cronaca

4 mesi fa - 8 Giugno 2021

Anac: inchiesta sugli appalti per le forniture di mascherine acquistate della difesa

L’emergenza Coronavirus in Italia sembra ormai alle spalle, secondo tutti gli indicatori diminuiscono i decessi e i ricoveri in terapia intensiva. Sono due i fattori determinanti, la campagna vaccinale che procede a ritmi elevati e le temperature più favorevoli.

Ma all’inizio della pandemia le cose erano molto diverse e c’era la caccia ai dispositivi di sicurezza, soprattutto mascherine, che sembrava introvabile. L’Autorità nazionale anticorruzione guidata da Giuseppe Busia ha acceso i riflettori sui lotti di mascherine acquistate dalla Difesa nel pieno dell’emergenza Covid.

Cinque milioni e mezzo di mascherine chirurgiche acquistate dall’Agenzia delle Industrie della Difesa in cinque diverse tranche, a partire dal 1° aprile, nelle caotiche settimane immediatamente successive all’inizio della pandemia in Italia, sono finite nel mirino dell’Anac.

E altre 6 milioni di mascherine scattate ad ottobre, all’alba della seconda ondata. L’importo totale dell’investimento è di circa 3 milioni di euro.

La delibera Anac, depositata venerdì scorso, recita: “Procedure scorrette, scarsi controlli sulle aziende fornitrici e improprio ricorso al Mercato della Pubblica Amministrazione”, attraverso la quale la Difesa ha individuato le aziende con cui rivolgersi.

L’Agenzia della Difesa cerca di fare chiarezza dopo che l’Anac ha aperto l’inchiesta sugli appalti per le forniture di mascherine. I controlli sulle aziende sarebbero avvenuti – si fa notare all’Anac – sia sulla piattaforma digitale della PA che sugli albi dei fornitori.

Se i prezzi non sono stati comunicati all’Anac – pur non essendoci “disponibilità di listini ufficiali” – sono stati comunque confrontati con quelli di altre grandi stazioni appaltanti, come Consip e Protezione Civile, superando così alcuni ostacoli “dovuti all’evidente urgenza imposta dall’emergenza”.

Leggi anche: Inchiesta soprendente sulla Regina Elisabetta: ha nascosto ai sudditi il suo vero patrimonio.

Seguiteci anche su Facebook & Twitter

Anac: inchiesta sugli appalti per le forniture di mascherine acquistate della difesa
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Cronaca Condividi adesso
TEMI DI QUESTO POST