Atterraggio forzato di un volo Ryanair per arrestare un giornalista in Bielorussia: insorge anche la NATO

L'aereo passeggeri che volava dalla Grecia alla Lituania è stato costretto ad atterrare in Bielorussia per ordine del presidente Lukashenko e sotto la minaccia di un caccia bombardiere che lo scortava
sei in  Mondo

6 mesi fa - 24 Maggio 2021

Atterraggio forzato di un volo Ryanair per arrestare un giornalista in Bielorussia: insorge anche la NATO.

Il ministero dei Trasporti bielorusso ha istituito una commissione per indagare sulla deviazione e l’atterraggio di un aereo Ryanair a Minsk.

Le autorità bielorusse hanno inviato ieri un caccia che ha costretto l’aereo della compagnia irlandese ad atterrare a Minsk sulla base di una segnalazione di minaccia di bomba a bordo, rivelatasi falsa.

Il dipartimento bielorusso dell’aviazione presso il ministero dei Trasporti ha affermato che i suoi controllori del traffico aereo avevano dato “raccomandazioni” all’equipaggio dell’aereo Ryanair dirottato su Minsk, e non l’avevano costretto ad atterrare usando minacce.

Il ministero degli Esteri bielorusso è pronto a consentire agli esperti di visitare, se necessario, per indagare sulla deviazione dell’aereo passeggeri e mostrare loro i dati.

Il comitato investigativo della Bielorussia ha annunciato di aver avviato un procedimento penale per un falso segnale per una bomba sull’aereo.

Infatti l’aereo passeggeri che volava dalla Grecia alla Lituania è stato costretto ad atterrare in Bielorussia per ordine del presidente bielorusso Lukashenko.

Il motivo: a bordo dell’aereo c’era il famoso attivista e giornalista dell’opposizione Roman Protasevich, che è stato arrestato all’aeroporto di Minsk.

L’atterraggio forzato di un aereo Ryanair a Minsk è una gravissima violazione delle norme internazionali, ha affermato il ministero degli Esteri bulgaro su Twitter nel caso.

La deviazione di un aereo passeggeri dalla sua rotta per effettuare un atterraggio forzato a Minsk e l’arresto di un famoso giornalista bielorusso:

non possono essere ignorati senza una reazione della comunità internazionale.

Oggi, le autorità bielorusse hanno permesso all’aereo passeggeri di decollare verso la sua destinazione originale.

Ad annuncialo è stata la commissaria europea ai trasporti Adina Valyan. Tuttavia, ma non è chiaro se tutti i 170 passeggeri siano a bordo, come richiesto in precedenza dal presidente della Commissione Ursula von der Leyen. Olre che dall’Alto rappresentante per gli affari esteri e la politica di sicurezza Josep Borrell.

Le autorità bielorusse hanno annunciato di aver arrestato l’attivista dell’opposizione Roman Protasevich, che era sull’aereo, ma in seguito hanno cancellato il questo loro annuncio.

Il quartier generale della NATO ha definito l’atterraggio forzato dell’aereo di Ryanair a Minsk un “incidente grave e pericoloso” che ha richiesto un’indagine internazionale.

Atterraggio forzato di un volo Ryanair per arrestare un giornalista in Bielorussia.

Leggi anche: Gli aerei caccia F-35 di quinta generazione dell’Aereonautica Militare Italiana iniziano a proteggere lo spazio aereo dell’Estonia.

Seguiteci anche su Facebook & Twitter

Atterraggio forzato di un volo Ryanair per arrestare un giornalista in Bielorussia: insorge anche la NATO
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Mondo Condividi adesso
CONDIVIDI ADESSO
Facebook Whatsapp
Twitter Instagram Linkedin
TEMI DI QUESTO POST