Beyoncé donerà 500.000 dollari alle persone colpite dalla crisi degli sfratti

sei in  Senza categoria

di  Redazione

Beyoncé donerà 500.000 dollari alle persone colpite dalla crisi degli sfratti

26 Dicembre 2020

Condividi

Beyoncé e gli aiuti alle persone colpite dagli sfratti

Beyoncé offrirà sovvenzioni di $ 5.000 per aiutare le persone ad affrontare pignoramenti o sfratti a causa della crisi abitativa causata dalla pandemia di coronavirus.

Le persone possono richiedere le sovvenzioni a partire dal 7 gennaio 2021, ha annunciato la cantante sul suo sito web martedì. Le sovvenzioni saranno inviate alle 100 persone selezionate a fine gennaio.

“Beyoncé sta continuando il suo fondo di sostegno e di aiuto dove è più necessario. La seconda fase del BeyGOOD Impact Fund ora aiuterà le persone colpite dalla crisi degli alloggi”, secondo un comunicato stampa.

“La moratoria sugli alloggi terminerà il 26 dicembre, con conseguenti pignoramenti dei mutui e sfratti di affitto. Molte famiglie sono colpite, a causa della pandemia che ha provocato la perdita del lavoro, la malattia e la recessione economica generale”, si legge nel comunicato.

Secondo un’analisi dei dati del censimento del Center on Budget and Policy Priorities, circa 9,2 milioni di affittuari che hanno perso reddito durante la pandemia sono in ritardo sull’affitto.

Una volta tolte le moratorie, molti di questi affittuari dovranno pagare l’intero affitto arretrato o escogitare una sorta di piano di pagamento con il loro padrone di casa, altrimenti rischiano di perdere la casa.

Coloro che richiedono le borse di studio devono presentare la documentazione necessaria all’Associazione Nazionale per l’Avanzamento delle Persone di Colore (NAACP) entro il termine stabilito.

Gli altri aiuti di Beyoncé

Questo non è il primo tentativo di Beyoncé di aiutare le comunità colpite dalla pandemia.

BeyGOOD ha collaborato con NAACP per supportare le piccole imprese di proprietà nera colpite dalla pandemia, fornendo finora a 250 aziende sovvenzioni di $ 10.000.

A maggio, ha creato siti mobili di test Covid-19 con sua madre, Tina Knowles-Lawson, nella loro città natale di Houston, in Texas. Ha anche donato, in collaborazione con il fondo Start Small di Jack Dorsey, 6 milioni di dollari per i soccorsi per il coronavirus ad aprile.

Leggi anche: La figlia di Beyoncé, Blue Ivy, è ufficialmente nominata ai Grammy all’età di 8 anni
Seguiteci anche su Facebook & Twitter

TEMI DI QUESTO POST aiuti umanitari Beyonce Covid Oggi