Blonde: torna oggi in libreria il romanzo di Joyce Carol Oates su Marilyn Monroe

La Nave di Teseo ripubblica oggi con una nuova traduzione di Sergio Claudio Perroni "Blonde", il libro della scrittrice Joyce Carol Oates
sei in  Libri

12 mesi fa - 4 Febbraio 2021

Ritorna oggi in libreria (4 febbraio) per la Nave di Teseo “Blonde“, il romanzo della prolifica scrittrice Joyce Carol Oates su Marilyn Monroe.

La prima edizione del libro risale al 1999 e in Italia era stato, all’epoca, subito pubblicato dalla Bompiani.

Adesso, però, la casa editrice di Elisabetta Sgarbi ha deciso di restituire una diversa veste a “Blonde” grazie alla nuova traduzione di Sergio Claudio Perroni.

Di che cosa parla “Blonde”

In “Blonde” l’autrice è in grado di mescolare storia e finzione in una biografia romanzata in cui la vita dell’iconica attrice Marilyn Monore si intreccia indissolubilmente con la fantasia.

In pieno stile Oates, il romanzo mescola più voci: da quella timida e insicura della playmate in lotta con lo specchio Norma Jeane (Marilyn prima che diventasse Marilyn) a quella della bomba sexy Monroe, icona di bellezza planetaria e simbolo di un’intera generazione del Novecento.

Marilyn è, per dirla alla Truman Capote, una “bambina bellissima” determinata e ironica sul lavoro quanto volubile e incostante come amica e amante.

Joyce Carol Oates e la sua Marilyn Monroe

La Oates ha confessato al suo biografo ufficiale, Greg Johnson, che aveva avuto l’idea per questo libro per la prima volta quando vide una fotografia di una radiosa quindicenne Norma Jeane Baker a un concorso di bellezza nel 1941 in California.

Per quella sua innocenza ferita somigliava ancora a Marilyn Monroe.

Una ragazza così simile alle protagoniste dei suoi romanzi che provano inutilmente a compiere il grande salto dalle degradate case di periferia dell’infanzia alle grandi città che sembrano splendenti:

“Ho sentito un immediato senso di qualcosa come il riconoscimento. Questa giovane ragazza, si spera sorridente, così molto americana, mi ha ricordato con forza le ragazze della mia infanzia, alcune delle quali provenienti da famiglie distrutte.”

Man mano che in due anni la ricerca sulla vita dell’attrice di “A qualcuno piace caldo” e “Gli spostati” cresceva, la Oates ha confessato di aver iniziato seriamente a pensare a Marilyn “come alla mia Moby Dick, la potente immagine galvanizzante su cui si potrebbe costruire un’epica, con una miriade di livelli di significato”.

E infatti “Blonde” è una vera esplosione mitica in cui Marilyn è tutto e niente: una grande balena bianca che rappresenta non il potere cieco della natura ma il potere cieco dell’artificio.

Un romanzo lucido, eccentrico e feroce di certo da non perdere.

Leggi anche: Il Silenzio: esce domani il nuovo romanzo di Don DeLillo
Continua a seguirci sui nostri social Facebook e Twitter!

Blonde: torna oggi in libreria il romanzo di Joyce Carol Oates su Marilyn Monroe
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Libri Condividi adesso
CONDIVIDI ADESSO
Facebook Whatsapp
Twitter Instagram Linkedin