Festa della Repubblica Italiana: il 2 giugno non ci sarà più nessuna parata militare e spettacolo delle Frecce Tricolori

Per il secondo anno consecutivo, a causa della pandemia di covid-19, la tradizionale parata non si svolgerà a Roma.
sei in  Italia

6 mesi fa - 31 Maggio 2021

Festa della Repubblica Italiana: il 2 giugno non ci sarà più nessuna parata militare e spettacolo delle Frecce Tricolori.

Per il secondo anno consecutivo, a causa della pandemia di covid-19, la tradizionale parata del 2 giugno non si svolgerà a Roma.

Nessuno stand con la partecipazione di rappresentanti delle massime autorità statali su via dei Fori Imperiali e, per quanto a tutt’oggi noto, nessuno spettacolo acrobatico delle Frecce Tricolori sul Vittoriano.

Non c’è un annuncio ufficiale, ma questo è quanto si può stabilire dal calendario degli impegni presidenziali.

Per ora le celebrazioni previste saranno molto sobrie e la cerimonia ridotta al minimo. Scegliere una responsabilità istituzionale di fronte alla necessità di evitare assembramenti per ridurre la probabilità di contagio.

Martedì 1 giugno si terrà un concerto al Palazzo del Quirinale alla presenza del Corpo Diplomatico dell’Orchestra Nazionale del Conservatorio di Santa Cecilia.

A sotto dirigere il sarà maestro Yakub Hrusha alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Mercoledì mattina, 2 giugno, il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella si recherà al Vittoriano per deporre la corona di fiori al monumento al Milite Ignoto. L

a cerimonia di celebrazione della Festa della Repubblica si svolgerà alle ore 19.00 al Quirinale.

Festa della Repubblica Italiana: il 2 giugno non ci sarà più nessuna parata militare e spettacolo delle Frecce Tricolor

Leggi anche: Il giorno di San Patrizio sarà in gran parte virtuale a New York per il secondo anno

Seguiteci anche su Facebook & Twitter

Festa della Repubblica Italiana: il 2 giugno non ci sarà più nessuna parata militare e spettacolo delle Frecce Tricolori
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Italia Condividi adesso
CONDIVIDI ADESSO
Facebook Whatsapp
Twitter Instagram Linkedin
TEMI DI QUESTO POST Oggi