Gli archeologi portano alla luce mummie egiziane con lingue d’oro


Gli archeologi portano alla luce mummie egiziane con lingue d’oro

Gli archeologi che lavorano in un luogo di sepoltura in Egitto hanno portato alla luce antiche mummie con lingue d’oro.

Il team, guidato da Kathleen Martinez dell’Università di Santo Domingo nella Repubblica Dominicana, stava lavorando al Tempio Taposiris Magna ad Alessandria occidentale quando ha scoperto 16 pozzi funerari risalenti all’epoca greca e romana.

All’interno dei pozzi sono state trovate “mummie in cattivo stato di conservazione”, secondo un post su Facebook del ministero del Turismo e delle Antichità egiziano.

Gli archeologi hanno scoperto “resti di cartonnage dorato” – una custodia fatta di strati di lino o papiro strettamente aderenti incollati insieme – ha detto il ministero, così come “amuleti di lamina d’oro a forma di lingua che sono stati posti nella bocca delle mummie.”

Questo, credono, era un rituale speciale per garantire che i morti potessero parlare alla corte del dio Osiride nell’aldilà.

Martinez ha individuato due delle mummie come le più significative tra i ritrovamenti. Una reca decorazioni dorate raffiguranti Osiride, il dio dell’aldilà, mentre l’altra indossa una corona decorata con corna e un serpente cobra sulla fronte. Sul petto vi è una decorazione dorata raffigurante una collana, dalla quale pende la testa di un falco, simbolo del dio Horus.

Un’altra scoperta importante è stata una maschera funebre per una donna, secondo il dottor Khaled Abo El Hamd, direttore generale della sezione Alessandria del Ministero delle Antichità.

Ha anche trovato otto fiocchi d’oro che rappresentano le foglie di una corona d’oro su una maschera funeraria e otto maschere di marmo risalenti all’epoca greca e romana, che “mostrano l’alta maestria nella scultura e la raffigurazione delle caratteristiche dei suoi proprietari”.

Il re greco Alessandro Magno di Macedonia conquistò l’Egitto nel 332 a.C., con il controllo che passò dopo la sua morte alla dinastia greca di Tolomeo. Nel 30 a.C. soccombettero ai Romani, che governarono fino al 640 d.C. circa.

Negli ultimi dieci anni, gli archeologi del sito hanno scoperto diverse monete che portano il nome e l’immagine della regina Cleopatra VII all’interno delle mura del tempio.

Hanno anche scoperto parti di statue e motivi del tempio che hanno dimostrato che è stato costruito dal re Tolomeo IV, ha detto il ministero.

Leggi anche: Un ritratto di Sandro Botticelli è stato venduto per 92 milioni di dollari
Seguiteci anche su Facebook & Twitter


Peoplenow.it è partner di Smart eCommerce. La piattaforma editoriale e pubblicitaria per i siti ed i blog di informazione on-line. Smart eCommerce è curatore tecnologico e proprietario dei server che ospitano il sito. Smart eCommerce è curatore commerciale per la monetizzazione del traffico del sito. Chiedi info via e-mail ad adv@smartecommerce.it