Gli hacker della Corea del Nord hanno rubato più di 300 milioni di dollari per pagare le armi nucleari

Secondo un rapporto confidenziale delle Nazioni Unite, l'esercito di hacker della Corea del Nord ha rubato centinaia di milioni di dollari durante gran parte del 2020 per finanziare i programmi nucleari e missilistici balistici del paese in violazione del diritto internazionale.
sei in  Tecnologia

11 mesi fa - 9 Febbraio 2021

Secondo un rapporto confidenziale delle Nazioni Unite, l’esercito di hacker della Corea del Nord ha rubato centinaia di milioni di dollari durante gran parte del 2020 per finanziare i programmi nucleari e missilistici balistici del paese in violazione del diritto internazionale.

Il documento accusava il regime del leader Kim Jong Un di condurre “operazioni contro istituzioni finanziarie e società di cambio di valuta virtuale” per pagare le armi e mantenere a galla l’economia in difficoltà della Corea del Nord.

Secondo il documento, un paese anonimo membro delle Nazioni Unite ha affermato che gli hacker della Corea hanno rubato asset virtuali per un valore di 316,4 milioni di dollari tra il 2019 e il novembre 2020.

Il rapporto ha anche affermato che la Corea del Nord “ha prodotto materiale fissile, mantenuto impianti nucleari e aggiornato la sua infrastruttura missilistica balistica” pur continuando “a cercare materiale e tecnologia per questi programmi dall’estero”.

La Corea del Nord ha cercato per anni di sviluppare potenti armi nucleari e missili avanzati nonostante il loro immenso costo.

Gli investigatori delle Nazioni Unite hanno affermato che un paese senza nome ha valutato che è “altamente probabile” che la Corea del Nord possa montare un ordigno nucleare su un missile balistico di qualsiasi portata, ma non è ancora chiaro se quei missili possano rientrare con successo nell’atmosfera terrestre.

Il rapporto è stato redatto dal Gruppo di esperti delle Nazioni Unite sulla Corea del Nord, l’organismo incaricato di monitorare l’applicazione e l’efficacia delle sanzioni imposte al regime di Kim come punizione per le sue armi nucleari e lo sviluppo di missili balistici.

Non è chiaro quando verrà pubblicato questo rapporto.

Le fughe di notizie precedenti hanno fatto infuriare Cina e Russia, entrambi membri del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, portando a ritardi e distacchi diplomatici.

Leggi anche: La Repubblica Democratica del Congo segnala un nuovo caso di Ebola, mesi dopo la fine della sua ultima epidemia
Seguiteci anche su Facebook & Twitter

Gli hacker della Corea del Nord hanno rubato più di 300 milioni di dollari per pagare le armi nucleari
CONDIVIDI ADESSO
Facebook Whatsapp
Twitter Instagram Linkedin
TEMI DI QUESTO POST Corea del Nord hacker Oggi