Ha ucciso il padre della fidanzata perché si opponeva alla relazione sentimentale

L'omicida avrebbe inferto in totale 7 coltellate al suocero per poi scappare insieme alla sua fidanzata e figlia dell'uomo a cui ha tolto la vita.
sei in  Italia

7 mesi fa - 24 Aprile 2021

Ha ucciso il padre della fidanzata perché si opponeva alla loro relazione sentimentale.

Aldo Gioia, 53enne di Avellino di professione geometra, sposato e con due figlie sarebbe stato ucciso ieri sera (23 aprile) poco prima delle 23.00.

Ad ucciderlo, nell’appartamento di Corso Vittorio Emanuele ad Avellino, dove viveva con la sua famiglia, è stato il fidanzato di una delle sue due figlie.

L’uomo si era addormentato sul divano mentre guardava la tv, mentre sua sua moglie e una delle figlie erano a letto nelle rispettive camere.

All’improvviso qualcuno è entrato nell’appartamento della famiglia Gioiai per poi accoltellare più volte al torace l’uomo, con un coltello da caccia.

Ad ucciderlo sarebbe il fidanzato 23enne della figlia di 18 anni. Il giovane sarebbe entrato in casa con il volto coperto, dopo che la fidanzata sarebbe uscita di casa per gettare la spazzatura.

La 18enne, dopo essere rientrata, avrebbe lasciato il portone aperto di proposito per  permettere al fidanzato di entrare in casa.

I ragazzi  fidanzanti, sono poi fuggiti, mentre l’uomo esanime chiedeva aiuto. Soccorso immediatamente, l’uomo è morto poco dopo l’arrivo presso l’ospedale Moscati di Avellino.

Secondo quanto riportato dal Corriere, l’omicidio del geometra avellinese sarebbe stato pianificato da tempo dal 23enne che, tra l’altro sarebbe pregiudicato e noto come assuntore di droga.

L’omicida avrebbe inferto in totale 7 coltellate sul corpo di Aldo Gioia per poi scappare insieme alla sua fidanzata e figlia dell’uomo a cui ha tolto la vita.

I due fuggiaschi sono stati rintracciati all’alba presso l’abitazione di lui a Cervinara.

Entrambi ora si trovano ora in stato di fermo con l’accusa di omicidio volontario.

Ha ucciso il padre della fidanzata perché si opponeva al fidanzamento tra i due. La vittima si era fermamente opposto alla relazione tra il 23enne con problemi di droga e sua figlia 18enne.

Sull’omicidio indaga gli uomini della Polizia di Stato di Avellino.

Leggi anche: Femminicidio: un uomo ha pugnalato a morte la compagna prima di violentare sua figlia di 12 anni.  

Seguiteci anche su Facebook & Twitter

Ha ucciso il padre della fidanzata perché si opponeva alla relazione sentimentale
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Italia Condividi adesso
CONDIVIDI ADESSO
Facebook Whatsapp
Twitter Instagram Linkedin
TEMI DI QUESTO POST Oggi