Hope Probe degli Emirati Arabi Uniti sarà la prima di 3 missioni ad arrivare su Marte il mese prossimo


Hope Probe degli Emirati Arabi Uniti sarà la prima di 3 missioni ad arrivare su Marte il mese prossimo

La prima missione degli Emirati Arabi Uniti su Marte è quasi pronta per un appuntamento con il pianeta rosso. La missione Emirates su Marte, nota come Hope Probe, entrerà in orbita attorno a Marte il 9 febbraio.

La missione è stata una delle tre lanciate su Marte dalla Terra a luglio, compreso il rover Perseverance della NASA e la missione cinese Tianwen-1. Hope orbiterà attorno al pianeta, Tianwen-1 orbiterà attorno al pianeta e atterrerà su di esso e Perseverance atterrerà su Marte.

Tutte e tre le missioni sono state lanciate nello stesso periodo a causa di un allineamento tra Marte e la Terra sullo stesso lato del sole, rendendo il viaggio più efficiente verso Marte.

La Hope Probe sarà la prima di queste missioni ad arrivare su Marte. L’Agenzia spaziale degli Emirati Arabi Uniti condividerà la copertura in diretta dell’arrivo di Hope il 9 febbraio a partire dalle 10:30 ET (il fuso orario della costa orientale degli Stati Uniti d’America e del Canada) sul suo sito web.

Quando l’astronave arriverà, la Hope Probe vedrà gli Emirati Arabi Uniti come il quinto paese nella storia a raggiungere il pianeta rosso. Le ambizioni della missione non si fermano qui.

La sonda, insieme ai suoi tre strumenti scientifici, dovrebbe creare il primo ritratto completo dell’atmosfera marziana. Gli strumenti raccoglieranno diversi punti dati sull’atmosfera per misurare anche i cambiamenti stagionali e giornalieri.

Queste informazioni forniranno agli scienziati un’idea di come sono le dinamiche climatiche e le condizioni meteorologiche nei diversi strati dell’atmosfera marziana. Insieme, questo farà luce su come l’energia e le particelle, come l’ossigeno e l’idrogeno, vengono spostate attraverso l’atmosfera e come sfuggono persino a Marte.

“Abbiamo appreso dalle missioni passate che la perdita dell’atmosfera nel tempo nel corso della storia marziana è importante”, ha affermato David Brain, vice investigatore principale per l’orbiter MAVEN, o Mars Atmosphere and Volatile EvolutioN , presso l’Università del Colorado.

“Dobbiamo fare di più per quantificare quella perdita e per capire come il resto dell’atmosfera influenza quella perdita da una prospettiva globale”.

La corsa per l’arrivo della missione su Marte è stata un’emozionante montagna russa, ha affermato Sua Eccellenza Sarah bint Yousef Al Amiri, presidente dell’Agenzia spaziale degli Emirati Arabi Uniti e ministro di Stato per le scienze avanzate negli Emirati Arabi Uniti.

Leggi anche: I ghiacciai su Marte rivelano le numerose ere glaciali del pianeta
Seguiteci anche su Facebook & Twitter


Peoplenow.it è partner di Smart eCommerce. La piattaforma editoriale e pubblicitaria per i siti ed i blog di informazione on-line. Smart eCommerce è curatore tecnologico e proprietario dei server che ospitano il sito. Smart eCommerce è curatore commerciale per la monetizzazione del traffico del sito. Chiedi info via e-mail ad adv@smartecommerce.it