Huawei afferma che le vendite del 2020 sono aumentate nonostante le sanzioni statunitensi

Il gigante tecnologico cinese Huawei ha dichiarato di aver ottenuto un aumento delle vendite e dei profitti l'anno scorso
sei in  Economia

8 mesi fa - 1 Aprile 2021

Il gigante tecnologico cinese Huawei ha dichiarato di aver ottenuto un aumento delle vendite e dei profitti l’anno scorso, ma la crescita è precipitata dopo che la sua unità smartphone è stata martellata dalle sanzioni statunitensi imposte in una lotta con Pechino sulla tecnologia e sulla sicurezza.

Il primo marchio tecnologico globale della Cina ha riportato che le vendite di telefoni, dispositivi di rete e altre tecnologie sono aumentate del 3,8% rispetto al 2019 a 891,4 miliardi di yuan ($ 135,8 miliardi), in calo rispetto alla crescita del 19,1% dell’anno precedente.

Ciò è stato spinto da un aumento del 15,4% in Cina, mentre le vendite in altri mercati sono diminuite.

Huawei Technologies Ltd. sta lottando per mantenere i suoi mercati globali dopo che l’allora presidente Donald Trump nel 2019 ha interrotto l’accesso ai chip dei processori statunitensi e ad altre tecnologie.

Huawei è stato il marchio di smartphone più venduto nel secondo trimestre del 2020, ma è uscito dai primi cinque mondiali dopo aver perso la musica di Google e altri servizi popolari.

“Abbiamo tenuto duro di fronte alle avversità”, ha detto il presidente Ken Hu in una dichiarazione.

I risultati riflettono i danni delle sanzioni statunitensi e indicano un futuro forse incentrato sulla Cina, dove le vendite di rete e altri prodotti sono meno vulnerabili alle pressioni estere.

Huawei, che nega le accuse che potrebbe aiutare lo spionaggio cinese, ha venduto il suo marchio di smartphone Honor a basso prezzo nella speranza di rilanciare le vendite separandolo dalle sanzioni sulla società madre.

Huawei afferma di avere una scorta di chip fabbricati negli Stati Uniti per i suoi smartphone di fascia alta, ma i dirigenti hanno detto che si stanno esaurendo. Trump ha ampliato le sanzioni impedendo ai fornitori globali di utilizzare la tecnologia statunitense lo scorso anno per produrre chip per Huawei.

Economisti e analisti politici si aspettano pochi cambiamenti sotto il presidente Joe Biden, succeduto a Trump a gennaio.

Il fondatore di Huawei, Ren Zhengfei, ha dichiarato a febbraio di vedere che poche sanzioni verranno revocate. Ren ha affermato che la società può espandere la propria attenzione sulla vendita di tecnologia di rete al mining e ad altri settori.

Huawei ha dichiarato che l’utile del 2020 è salito del 3,2% a 64,6 miliardi di yuan (9,8 miliardi di dollari), rallentando dalla crescita del 5,6% del 2019.

Leggi anche: Christopher Nolan: “Ecco perché non uso smartphone né email”

Seguiteci anche su Facebook & Twitter

Huawei afferma che le vendite del 2020 sono aumentate nonostante le sanzioni statunitensi
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Economia Condividi adesso
CONDIVIDI ADESSO
Facebook Whatsapp
Twitter Instagram Linkedin
TEMI DI QUESTO POST bitcoin Oggi