I primi concerti Covid-free con la presenza di migliaia persone tra il pubblico

In Spagna 5.000 senza distanza fisica ma con la mascherina. In Nuova Zelanda ben 50.000 e senza neppure indossare alcun dispositivo di protezione personale
sei in  Musica

7 mesi fa - 28 Aprile 2021

I primi concerti Covid-free con la presenza di migliaia persone tra il pubblico. Un concerto in un palazzo dello sport senza alcuna distanza tra gli spettatori non causa un’infezione di massa dal covid-19.

Lo dimostrano i risultati di un esperimento a Barcellona, condotto esattamente un mese fa. C’erano 5.000 persone nella o al concerto della band pop-rock catalana Love of Lesbian a Barcellona, in Spagna.

Sono stati registrati pochissimi casi di contagio da coronavirus forse legati all’evento. Il concerto era stato organizzato nel palazzetto di Sant Jordi della capitale catalana.

Gli spettatori indossavano le mascherine protettive, ma erano vicini l’uno all’altro. Due settimane dopo il concerto, tutti i presenti sono stati nuovamente testati e solo 6 sono risultati positivi.

La conclusione degli esperti è che con maschere e una buona ventilazione in sala i concerti non sono pericolosi per il contagio da coronavirus.

Le autorità sanitarie di Barcellona consentirono a 5.000 persone di ascoltare musica dal vivo in un Palazzo dello Sport.

Tuttavia, prima di entrare, gli spettatori vennero sottoposti ai test rapidi per il coronavirus.

Il concerto sperimentale al chiuso mirava a ripristinare l’industria musicale in tutto il mondo. I fan cantavano e ballavano senza distanza sociale, ma indossavano solo le mascherine.

Tra i primi concerti Covid-free con la presenza di migliaia persone c’è quello con oltre 50.000 in Nuova Zelanda dove nessuno indossava le maschere e senza mantenere la distanza sociale.

Il Paese considerato un esempio nella lotta alla pandemia che ha uno dei tassi di mortalità più bassi al mondo ha permesso un concerto con più di 50.000 persone.

Queste persone hanno assistito al concerto senza indossare la mascherina protettiva e senza mantenere la distanza fisica.

Questo è il più grande evento di questo tipo al mondo dall’inizio della pandemia. La Nuova Zelanda ha già annunciato di essersi completamente liberata dal coronavirus. Attraverso la chiusura delle frontiere e un accurato sistema di test e monitoraggio, il paese persegue una politica di diffusione zero di successo.

Dall’inizio della pandemia, la Nuova Zelanda ha registrato solo 2.601 casi e 26 decessi. Attualmente, solo 33 casi di covid-19 sono attivi e tutti gli infetti sono sotto stretta sorveglianza. L’uso delle maschere è obbligatorio solo sui mezzi pubblici e sugli aerei e la misura della distanza fisica non è in vigore.

Leggi anche: I primi treni Covid-free con passeggeri vaccinati o test negativo.

Seguiteci anche su Facebook & Twitter

I primi concerti Covid-free con la presenza di migliaia persone tra il pubblico
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Musica Condividi adesso
CONDIVIDI ADESSO
Facebook Whatsapp
Twitter Instagram Linkedin
TEMI DI QUESTO POST concerti . covid-free Oggi