Il cantante Fedez e la censura di Rai 3 sulle frasi omofobe dei leghisti

Il cantante ha citato le parole di due membri della Lega: ‘Se avessi un figlio gay, lo brucerei nel forno’. ‘I gay? Che inizino a comportarsi come tutte le persone normali’.
sei in  People

7 mesi fa - 3 Maggio 2021

Il cantante Fedez e la censura di Rai 3 sulle frasi omofobe dei leghisti

Il rapper Fedez ha affermato che la direzione di Rai 3, canale televisivo sul quale è stato trasmesso il concerto il 1 ° maggio; ha chiesto l’approvazione preliminare del testo del suo discorso, in cui avrebbe condannato l’omofobia di alcuni politici.

Il rapper Fedez è noto anche perché sua moglie è la nota stilista Chiara Ferragni.

Durante il concerto, Fedez ha dichiarato che era la prima volta che gli veniva chiesto di inviare il testo del discorso che intendeva tenere, in modo che da esso venissero rimossi i riferimenti a partiti o politici.

Di conseguenza, al rapper italiano Fedez con sua moglie, la designer Chiara Ferragni.

Nel discorso, Fedez ha ricordato diversi esponenti della Lega, il primo partito in Italia guidato dall’ex ministro dell’Interno Salvini.

Il cantante li ha accusati di omofobia e resistenza a un disegno di legge che riconoscerebbe i crimini contro le donne e la comunità LGBT + come crimini d’odio.

Fedez, tra l’altro, ha citato due farsi omofobe pronunciate da membri della Lega: ‘Se avessi un figlio gay, lo brucerei nel forno’. ‘I gay? Che inizino a comportarsi come tutte le persone normali’.

La direzione di Rai 3 ha poi rilasciato un comunicato ufficiale che nega le accuse di censura del rapper.

Tuttavia, Fedez ha pubblicato su Twitter parte di una registrazione di una conversazione telefonica avuta con un uomo che ha nominato vicedirettore del canale televisivo, che gli ha chiesto di “adattarsi a un sistema che non si capisce”.

Il leader della “Lega” Salvini su Facebook ha detto che il disegno di legge di cui ha parlato Fedez non è necessario; perché la legislazione vigente del Paese prevede già la punizione per i reati basati sulla discriminazione. Ha anche invitato il rapper “per un caffè” a “parlare di diritti e libertà”.

Nel frattempo, l’ex premier italiano Giuseppe Conte e il leader del Partito Democratico Enrico Letta hanno esortato la direzione di Rai 3 a chiedere scusa a Fedez per la censura.

Leggi anche: Abolita la censura sui film in Italia che venne istituita nel 1914.

Seguiteci anche su Facebook & Twitter

Il cantante Fedez e la censura di Rai 3 sulle frasi omofobe dei leghisti
CONTINUA LA LETTURA
Homepage People Condividi adesso
CONDIVIDI ADESSO
Facebook Whatsapp
Twitter Instagram Linkedin
TEMI DI QUESTO POST