Salute

Il Giappone avvia le vaccinazioni COVID-19 con lo sguardo rivolto alle Olimpiadi

Il Giappone avvia le vaccinazioni COVID-19 con lo sguardo rivolto alle Olimpiadi

Il Giappone ha lanciato la sua campagna di vaccinazione contro il Covid-19.

Nonostante un recente aumento delle infezioni, il Giappone ha in gran parte schivato il tipo di cataclisma che ha colpito le economie, le reti sociali e i sistemi sanitari di altri paesi ricchi.

Ma il destino delle Olimpiadi e i miliardi di dollari in gioco rendono cruciale la campagna vaccinale del Giappone. I funzionari giapponesi sono anche ben consapevoli che la rivale Cina, che ha avuto successo nel respingere il virus, ospiterà le Olimpiadi invernali il prossimo anno.

Il Giappone è rimasto indietro rispetto ad altri paesi perché ha chiesto al produttore di vaccini Pfizer di condurre studi clinici con persone giapponesi, oltre a test già condotti in altre sei nazioni.

Gli operatori sanitari affermano che le vaccinazioni aiuteranno a proteggere loro e le loro famiglie, e gli imprenditori sperano che la spinta permetterà all’attività economica di tornare alla normalità.

Ma il lancio tardivo renderà impossibile raggiungere la cosiddetta immunità di gregge in Giappone di 127 milioni di persone prima dell’inizio delle Olimpiadi a luglio, dicono gli esperti.

Ciò lascerà i funzionari a lottare per sedare la diffidenza diffusa – e persino l’opposizione diretta – tra i cittadini a ospitare i Giochi. Circa l’80% degli intervistati in recenti sondaggi sui media sostiene la cancellazione o l’ulteriore rinvio delle Olimpiadi.

Nonostante ciò, il primo ministro giapponese Yoshihide Suga e altri membri del suo governo stanno portando avanti i piani olimpici, dichiarando i Giochi come “la prova della vittoria umana contro la pandemia”.

Il Giappone non ha visto i massicci focolai di Covid che hanno colpito gli Stati Uniti e molti paesi europei, ma un picco di casi a dicembre e gennaio ha sollevato preoccupazioni e portato a uno stato di emergenza parziale che include richieste di chiusura anticipata di ristoranti e bar.

Il premier Suga ha visto il suo sostegno precipitare al di sotto del 40% da circa il 70% quando è entrato in carica a settembre, con molte persone che hanno affermato che era troppo lento a imporre restrizioni ed erano troppo lassiste.

Il paese sta ora assistendo a una media di circa 1 infezione ogni 100.000 persone, rispetto a 24,5 negli Stati Uniti o 18 nel Regno Unito. Nel complesso, il Giappone ha registrato circa 420.000 casi e 7.000 decessi, secondo i dati raccolti dalla Johns Hopkins University.

La tardiva autorizzazione del vaccino da parte del Giappone significa che è in ritardo rispetto a molti altri paesi. La Gran Bretagna ha iniziato le vaccinazioni l’8 dicembre e ha somministrato almeno una vaccinazione a più di 15 milioni di persone, mentre gli Stati Uniti hanno iniziato la loro campagna il 14 dicembre e circa 40 milioni di persone hanno ricevuto iniezioni.

“Vorremmo fare degli sforzi in modo che le persone possano essere vaccinate con la massima tranquillità”, ha detto ai giornalisti il segretario capo del gabinetto Katsunobu Kato.

Lo sviluppo di un vaccino COVID-19 prodotto in Giappone è ancora nelle fasi iniziali, quindi il paese, come molti altri, deve fare affidamento su vaccini importati.

Il primo lotto di vaccini Pfizer arrivato venerdì è sufficiente per coprire il primo gruppo di operatori sanitari. Un secondo lotto sarà consegnato la prossima settimana.

Alcuni critici hanno notato che la campagna di vaccinazione – che richiede l’intervento di operatori sanitari – si aggiunge al loro fardello, poiché gli ospedali giapponesi sono già messi a dura prova dal trattamento quotidiano dei pazienti COVID-19.

C’è un’ulteriore preoccupazione che gli ospedali non avranno capacità aggiuntive per far fronte al gran numero di visitatori stranieri che le Olimpiadi implicherebbero.

Leggi anche: L’Ungheria è la prima nazione dell’UE a ottenere il vaccino cinese

Seguiteci anche su Facebook & Twitter

Grave lutto per i Pooh: è morto Alex De Benedictis
alex de benedictis
Grave lutto per i Pooh: è morto Alex De Benedictis
Natale naturale: 9 idee per decorare con le piante
arredamento
Natale naturale: 9 idee per decorare con le piante
Stella di Natale: 10 cose da sapere
lifestyle
Stella di Natale: 10 cose da sapere

Peoplenow.it è partner di Smart eCommerce. La piattaforma editoriale e pubblicitaria per i siti ed i blog di informazione on-line. Smart eCommerce è curatore tecnologico e proprietario dei server che ospitano il sito. Smart eCommerce è curatore commerciale per la monetizzazione del traffico del sito. Chiedi info via e-mail ad adv@smartecommerce.it