Il mese scorso è stato il novembre più caldo di sempre

Il mondo ha appena vissuto il suo novembre più caldo mai registrato, mentre l'Europa ha avuto il suo autunno più caldo, secondo un rapporto allarmante del servizio Copernicus sui cambiamenti climatici dell'Unione europea.
sei in  Ambiente

12 mesi fa - 7 Dicembre 2020

Novembre

Il mondo ha appena vissuto il suo novembre più caldo mai registrato, mentre l’Europa ha avuto il suo autunno più caldo, secondo un rapporto allarmante del servizio Copernicus sui cambiamenti climatici dell’Unione europea.

Le temperature

Le temperature sono state più elevate in una vasta regione dell’Europa settentrionale, la Siberia e l’Oceano Artico, dove il ghiaccio marino era al secondo livello più basso mai visto a novembre.

Anche gli Stati Uniti, il Sud America, l’Africa meridionale, l’altopiano tibetano, l’Antartide orientale e gran parte dell’Australia hanno registrato temperature ben al di sopra della media.

A livello globale, novembre è stato di quasi 0,8 gradi Celsius (1,44 Fahrenheit) al di sopra della media per il periodo 1981-2010 e di 0,1 ° C (0,18 F) in più rispetto allo scorso anno. E questo caldo insolito arriva nonostante l’effetto rinfrescante di La Niña.

L’Australia

In Australia, un incendio boschivo sta bruciando senza controllo da sei settimane nella popolare località turistica di Fraser Island mentre parti del paese soffrono a causa di un’ondata di caldo record.

“Questi record sono coerenti con la tendenza al riscaldamento a lungo termine del clima globale”, ha affermato Carlo Buontempo, direttore del Copernicus Climate Change Service presso ECMWF.

L’Artico

Ha detto che novembre è stato “un mese eccezionalmente caldo” a livello globale e le temperature nell’Artico e nella Siberia settentrionale sono rimaste costantemente alte mentre il ghiaccio marino era vicino alla sua estensione più bassa.

“Questa tendenza è preoccupante e sottolinea l’importanza di un monitoraggio completo dell’Artico, poiché si sta riscaldando più velocemente del resto del mondo”, ha aggiunto.

L’accordo di Parigi

Buontempo ha affermato che i responsabili politici che danno la priorità alla mitigazione dei rischi climatici “dovrebbero vedere questi record come campanelli d’allarme” e pensare più seriamente a come rispettare al meglio l’Accordo di Parigi del 2015.

Gli Stati Uniti si sono ritirati dall’accordo di Parigi il mese scorso, con il presidente Donald Trump che ha affermato che era “progettato per uccidere l’economia americana”, ma il presidente eletto Joe Biden ha promesso di rientrare nel patto dopo aver prestato giuramento.

I dati di Copernicus mostrano che il 2020 potrebbe essere l’anno più caldo mai registrato. È alla pari con il 2016, l’anno più caldo in assoluto, ed è probabile che eguaglierà il record o lo supererà marginalmente a meno che il mercurio non scenda questo mese.

Leggi anche: La deforestazione in Amazzonia sta aumentando a livelli vertiginosi
Seguiteci anche su Facebook & Twitter

Il mese scorso è stato il novembre più caldo di sempre
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Ambiente Condividi adesso
CONDIVIDI ADESSO
Facebook Whatsapp
Twitter Instagram Linkedin