Il Sudafrica vieta le vendite di liquori durante la Pasqua per evitare un aumento di contagi
Mondo

Il Sudafrica vieta le vendite di liquori durante la Pasqua per evitare un aumento di contagi

Il Sudafrica limiterà la vendita di alcolici e limiterà le dimensioni degli incontri religiosi e sociali durante la Pasqua per evitare che le festività contribuiscano a una nuova ondata di COVID-19, ha annunciato martedì il presidente Cyril Ramaphosa.

“Dato il ruolo dell’alcol nel alimentare comportamenti sconsiderati, metteremo in atto alcune restrizioni durante il fine settimana di Pasqua”, ha detto Ramaphosa in un discorso trasmesso a livello nazionale.

Ha detto che la vendita al dettaglio di alcolici sarà vietata dal venerdì al lunedì. Bar e ristoranti potranno vendere bevande alcoliche ma dovranno chiudere alle 23:00

Sarà consentito un massimo di 250 persone alle riunioni religiose al coperto mentre 500 persone saranno consentite per eventi all’aperto.

L’annuncio di Ramaphosa è arrivato martedì dopo aver consultato esperti sanitari e leader religiosi per discutere i modi per frenare la diffusione di nuove infezioni.

Il Sudafrica ha ora un numero cumulativo di oltre 1,5 milioni di infezioni dallo scoppio del virus lo scorso anno, il più alto in Africa. Un totale di 52.788 persone sono morte a causa di COVID-19 nel paese.

Ramaphosa ha detto che il suo governo sta facendo tutto il possibile per espandere la campagna vaccinale del paese.

Finora il Sud Africa ha vaccinato poco più di 251.000 operatori sanitari nell’ambito di uno studio Johnson & Johnson, ben al di sotto di 1,25 milioni di operatori sanitari da vaccinare come parte della prima fase del programma di vaccinazione del paese.

La seconda fase vedrà le vaccinazioni degli anziani e di quelli con comorbilità, che secondo Ramaphosa inizieranno a metà maggio.

“Anche se ci sono stati ritardi nell’assicurare le forniture di vaccini, siamo ancora fiduciosi nel raggiungimento dei nostri obiettivi di vaccinazione”, ha detto.

“Abbiamo assicurato 11 milioni di dosi del vaccino Johnson & Johnson, che sappiamo essere efficace contro le varianti dominanti nel nostro paese”, ha detto Ramaphosa. Ha detto che il Sud Africa sta finalizzando un ulteriore ordine di 20 milioni di dosi del vaccino J&J.

Il Sudafrica sta anche per firmare un contratto per l’acquisto di 20 milioni di dosi del vaccino Pfizer, ma dovrebbero arrivare solo nella seconda metà dell’anno, ha detto. Insieme, i vaccini J&J e Pfizer forniranno al Sudafrica dosi sufficienti per vaccinare 41 milioni di 60 milioni di abitanti del paese, ha detto.

Ramaphosa ha annunciato che un impianto di produzione di vaccini in Sud Africa fornirà 30 milioni di dosi per il paese e 220 milioni per il resto del continente.

Lo stabilimento di produzione sterile di Aspen Pharmacare, che ha sede a Gqeberha (ex Port Elizabeth) nella provincia del Capo Orientale, inizierà a produrre il vaccino Johnson & Johnson e dovrebbe iniziare a consegnare questi lotti il ​​mese prossimo.

La struttura riceverà grandi lotti dei componenti del vaccino J&J, li mescolerà e poi li metterà in fiale e li imballerà, un processo chiamato riempimento e finitura.

Aspen produrrà 30 milioni di dosi di J&J per il Sud Africa e più di 220 milioni di dosi che saranno vendute ad altri paesi africani, ha detto Ramaphosa.

La struttura da 200 milioni di dollari di Aspen ha la capacità di produrre 300 milioni di dosi del vaccino Johnson & Johnson ogni anno, ha detto.

Il governo ha affrontato critiche per la lenta implementazione del suo programma di vaccinazione, che è in ritardo nei suoi sforzi per vaccinare il 67% della sua popolazione quest’anno. Con la lenta consegna dei vaccini, le vaccinazioni di massa non sono ancora iniziate, rendendo improbabile che l’obiettivo possa essere raggiunto quest’anno.

Il programma di lancio del paese è stato influenzato quando ha dovuto vendere il suo lotto di 1 milione di vaccini AstraZeneca che si sono dimostrati meno efficaci contro la variante del virus che ora è dominante nel paese.

Leggi anche: La Corea del Nord definisce il leader del Sud “un pappagallo allevato dall’America”

Seguiteci anche su Facebook & Twitter

Grave lutto per i Pooh: è morto Alex De Benedictis
alex de benedictis
Grave lutto per i Pooh: è morto Alex De Benedictis
Natale naturale: 9 idee per decorare con le piante
arredamento
Natale naturale: 9 idee per decorare con le piante
Stella di Natale: 10 cose da sapere
lifestyle
Stella di Natale: 10 cose da sapere

Peoplenow.it è partner di Smart eCommerce. La piattaforma editoriale e pubblicitaria per i siti ed i blog di informazione on-line. Smart eCommerce è curatore tecnologico e proprietario dei server che ospitano il sito. Smart eCommerce è curatore commerciale per la monetizzazione del traffico del sito. Chiedi info via e-mail ad adv@smartecommerce.it