Inchiesta soprendente sulla Regina Elisabetta: ha nascosto ai sudditi il suo vero patrimonio

L’inchiesta del The Guardian ha scoperchiato il vaso di Pandora della Regina Elisabetta in merito al suo effettivo patrimonio
sei in  People

9 mesi fa - 8 Febbraio 2021

La Regina Elisabetta è finita nel mirino del quotidiano The Guardian per una scottante inchiesta condotta dai giornalisti David Pegg e Rob Evans.

Secondo questa indagine sorprendente, la sovrana della Gran Bretagna avrebbe occultato per decenni ai suoi sudditi il suo vero patrimonio.

La Regina Elisabetta ha insabbiato la sua dichiarazione dei redditi

Nel 1973 la regina più amata d’Europa avrebbe infatti fatto pressioni sul Governo britannico per modificare una bozza di legge sulla trasparenza delle partecipazioni societarie.

L’intento è stato quello, ovviamente, di non rendere pubblica la sua ingente e spropositata fortuna.

Le pressioni fatte sul Parlamento

Pegg e Evans hanno adesso scoperto negli Archivi nazionali alcuni documenti che rivelano come Matthew Farrer, l’avvocato privato della regina, avesse esercitato delle pressioni sui ministri per modificare una proposta di legge sulla trasparenza delle partecipazioni societarie.

L’accordo venne utilizzato per creare una società di comodo che ha nascosto beni e investimenti privati di Buckingham Palace.

In effetti reale portata della ricchezza di Elisabetta II non è mai stata resa nota, sebbene sia stimata in centinaia di milioni di sterline.

Ricordiamo che esiste una procedura, in Gran Bretagna, nota «consenso della regina».

Il Parlamento chiede cioè alla sovrana il suo consenso per la discussione di proposte di legge che riguardano gli «interessi della Corona».

Un convenzione consolidata da tanto tempo che adesso, grazie a questa inchiesta, si è scoperto quanto in verità celasse delle manovre particolari per proteggere gli interessi dei reali stessi.

Leggi anche: Angela da Mondello inviperita: “Lele Mora mi ha usata, mi ha solo ingannata!”
Continua a seguirci sui nostri social Facebook e Twitter!

CONTINUA LA LETTURA
Homepage People Condividi adesso
CONDIVIDI ADESSO
Facebook Whatsapp
Twitter Instagram Linkedin