Israele: 900 sopravvissuti all’Olocausto sono morti di COVID-19 nel 2020

Israele: 900 sopravvissuti all’Olocausto sono morti di COVID-19 nel 2020

27 Gennaio 2021

     

Circa 900 persone sopravvissute all’Olocausto sono morte a causa del COVID-19 in Israele lo scorso anno, ha detto ieri l’Ufficio centrale di statistica del paese.

L’ufficio ha riferito che circa 5.300 sopravvissuti all’omicidio di massa di ebrei europei della seconda guerra mondiale e altri gruppi da parte dei nazisti sono stati infettati nel 2020 dal coronavirus. La pandemia ha iniziato la sua furia globale circa un anno fa.

Circa il 17% di quei sopravvissuti all’Olocausto è morto a causa del virus, simile alla percentuale di altri coetanei. Tutti i sopravvissuti all’Olocausto hanno almeno 75 anni e il COVID-19, la malattia causata dal virus, è particolarmente letale per gli anziani.

Nel 2020, circa 3.000 israeliani in più sono stati riconosciuti come sopravvissuti all’Olocausto e circa 17.000 sopravvissuti sono morti. Dei morti, circa 900 sono morti di COVID-19, ha detto il governo.

Il conteggio arriva alla vigilia della Giornata internazionale della memoria dell’Olocausto, designata dalle Nazioni Unite nel 2005.

Giornata internazionale della memoria dell’Olocausto

La Giornata internazionale della memoria dell’Olocausto è una giornata commemorativa internazionale che si tiene il 27 gennaio e che commemora la tragedia dell’Olocausto che si è verificata durante la seconda guerra mondiale.

Commemora il genocidio che ha provocato la morte di 6 milioni di ebrei e 11 milioni di altre persone, da parte del regime nazista e dei suoi collaboratori.

È stato designato dalla risoluzione 60/7 dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite il 1 ° novembre 2005 durante la 42a sessione plenaria.

La risoluzione è arrivata dopo una sessione speciale tenutasi all’inizio di quell’anno il 24 gennaio 2005 durante la quale l’Assemblea generale delle Nazioni Unite ha segnato il 60 ° anniversario della liberazione dei campi di concentramento nazisti e la fine dell’Olocausto.

Il 27 gennaio 1945, Auschwitz-Birkenau, il più grande campo di concentramento e di morte nazista, fu liberato dall’Armata Rossa.

Prima della risoluzione 60/7, c’erano state giornate nazionali di commemorazione, come il Tag des Gedenkens della Germania e la Giornata della Memoria per le vittime del nazionalsocialismo, stabilito in una proclamazione del presidente federale Roman Herzog il 3 gennaio 1996 e la Giornata commemorativa dell’Olocausto osservata ogni 27 gennaio dal 2001 nel Regno Unito.

Leggi anche: La Cina costruisce un enorme campo di quarantena Covid-19 per 4.000 persone mentre l’epidemia continua
Seguiteci anche su Facebook & Twitter

L’Italia si ritira dall’Afghanistan con la bandiera abbassata ad Herat: dopo 20 anni finisce la missione militare Il presidente francese Emmanuel Macron è stato schiaffeggiato da un cittadino: era in visita ufficiale nel sud della Francia Jeff Bezos: l’uomo più ricco del mondo realizza il suo sogno perché il mese prossimo viaggerà nello spazio con suo fratello Sensibilizza le persone sul covid-19 scendendo in strada vestito da clown OMS: bisogna imparare a convivere con il covid-19 per prevenire la crescita dei contagi del virus Carroattrezzi da 8 tonnellate per sequestrare un monopattino elettrico da 4 kg: la polizia derisa sui social network
leggi articoli di  Mondo
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Mondo Condividi adesso
CONDIVIDI ADESSO
Facebook Whatsapp
Twitter Instagram Linkedin
TEMI DI QUESTO POST COVID-19 Giornata Internazionale della Memoria Oggi Olocausto