Jennifer Sterlecchini uccisa dall’ex fidanzato con 17 coltellate: slitta il nuovo processo
Italia

Jennifer Sterlecchini uccisa dall’ex fidanzato con 17 coltellate: slitta il nuovo processo

La 26enne Jennifer Sterlecchini è morta, il 2 dicembre del 2016, per mano dell’ex fidanzato Davide Troilo colpita da 17 coltellate.

L’udienza conclusiva davanti alla corte d’assise d’appello di Perugia si sarebbe dovuta tenere il 17 marzo ma è stata rinviata al prossimo 21 aprile perché il fascicolo ricevuto dai giudici è risultato incompleto.

Dopo il recente annullamento della sentenza d’appello, l’entità della pena dipenderà dalle prove o meno sull’aggravante dei futili motivi.

Il femminicidio di Jennifer Sterlecchini

Il fratello di Jennifer Sterlecchini, Jonathan, auspica adesso attraverso i social “che la parola giustizia sia tale” e chiede “un po’ di rispetto per mia sorella che, a differenza di noi viventi, è sotto terra”.

Secondo le indagini dell’epoca, il 2 dicembre la vittima era tornata nella casa in cui aveva convissuto con Davide Troilo per portare via i suoi effetti personali, dopo la rottura della loro relazione.

Il 36enne ascensorista Davide era talmente convinto della solidità della relazione da tatuarsi il nome della ragazza sul braccio.

Ma Jennifer Sterlecchini aveva deciso di interrompere la relazione un anno dopo il suicidio di suo padre, non riuscendo a gestire in coppia quel dolore.

Un ricordo indelebile

La mamma di Jennifer Sterlecchini ricorda le indimenticabili dinamiche di quel tragico giorno:

“Si era lasciata da 4 giorni con il suo assassino. Lui la chiamò per andare a riprendersi le ultime cose, Siamo andati io, lei e una sua amica. Lui all’inizio era tranquillo, ci ha aiutato a portare fuori la lavatrice, Jennifer era serena.”

“Mi ha detto di andare a prendere la macchina e lui ha chiuso la porta, quando sono tornata ho sentito solo le urla di mia figlia. E poi è successo quello che è successo.”

Un vicino di casa, richiamato dalle urla della madre di Jennifer Sterlecchini, era riuscito a entrare nell’appartamento e trova il corpo della 26enne steso a terra di fianco a quello del 32enne, anche lui ferito.

Troilo viene trasportato in ospedale e ricoverato per delle ferite superficiali. Secondo la sua versione i due si sarebbero spinti reciprocamente durante un litigio a causa di un tablet.

Ma la madre continua ancora a precisare:

“Non c’è stata nessuna litigata non ho mai sentito la voce dell’assassino, ma solo le urla disperate di mia figlia.”

Leggi anche: La Papua Nuova Guinea: un paese con una epidemia da Covid e solo 500 medici per 9 milioni di abitanti
Continua a seguirci sui nostri social Facebook e Twitter! Fonte: ilpescara

Grave lutto per i Pooh: è morto Alex De Benedictis
alex de benedictis
Grave lutto per i Pooh: è morto Alex De Benedictis
Natale naturale: 9 idee per decorare con le piante
arredamento
Natale naturale: 9 idee per decorare con le piante
Stella di Natale: 10 cose da sapere
lifestyle
Stella di Natale: 10 cose da sapere

Peoplenow.it è partner di Smart eCommerce. La piattaforma editoriale e pubblicitaria per i siti ed i blog di informazione on-line. Smart eCommerce è curatore tecnologico e proprietario dei server che ospitano il sito. Smart eCommerce è curatore commerciale per la monetizzazione del traffico del sito. Chiedi info via e-mail ad adv@smartecommerce.it