John Travolta ha ricordato sua moglie morta di cancro

John Travolta ha ricordato sua moglie morta di cancro

11 Maggio 2021

     

John Travolta ha ricordato sua moglie morta di cancro.

L’anno scorso è morta la sua amata moglie Kelly Preston.

Molte cose sono accadute al 67enne John Travolta.

Suo figlio maggiore Jett morì nel 2009 e nel luglio 2020 muore sua moglie e collega Kelly Preston.

L’attore ha recentemente ammesso di non riuscire ancora ad abituarsi alla vita senza la sua amata.

Su Instagram, una celebrità è abituata a coprire occasioni importanti legate alla sua famiglia.

Pertanto, semplicemente non poteva fare a meno di onorare il ricordo di sua moglie.

“Cara Kelly, hai portato nella mia vita tre dei bambini più meravigliosi che abbia mai conosciuto. Grazie. Ti amiamo e ci manchi”, ha scritto John.

La pubblicazione dell’attore con la sua amata moglie e figli ha diluito le foto e i video gioiosi e non offuscati su Instagram.

Molti, non avendo ancora letto il post di Travolta, si sono resi conto che voleva esprimere nuovamente amore e gratitudine a sua moglie.

Kelly Preston è morta la scorsa estate dopo aver combattuto contro il cancro al seno.

La morte della moglie, con la quale era sposato da 28 anni, fu per lui uno shock: si vociferava che l’attore non avrebbe più recitato nei film e avrebbe posto fine alla sua carriera di attore.

Ora le sue priorità principali sono i bambini Ella e Ben. Vuole dedicarsi a loro e provvedere al futuro.

Leggi anche: John Travolta e il ballo alla Casa Bianca con la principessa Diana.

Seguiteci anche su Facebook & Twitter

Salma Hayek 54 anni ha messo in scena danze bollenti Kim Kardashian catturata da un ridicolo photoshop La Regina ha invitato Harry a una cena di riconciliazione senza Meghan La 54enne Halle Berry sorpresa dalla forma in bikini Margot Robbie e suo marito stanno costruendo una casa Scarlett Johansson parla del suo addio alla Marvel
leggi articoli di  Gossip
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Gossip Condividi adesso
CONDIVIDI ADESSO
Facebook Whatsapp
Twitter Instagram Linkedin
TEMI DI QUESTO POST