La Papua Nuova Guinea: un paese con una epidemia da Covid e solo 500 medici per 9 milioni di abitanti
Mondo

La Papua Nuova Guinea: un paese con una epidemia da Covid e solo 500 medici per 9 milioni di abitanti

Per la prima volta nella sua storia gli ospedali intorno alla nazione dell’isola del Pacifico della Papua Nuova Guinea sono così sovraccarichi che stanno chiudendo le porte ai pazienti.

“Questo è molto spaventoso, sapere che non hai strutture mediche aperte, o molto limitate, e non puoi accedervi facilmente a causa della restrizione”, dice Reva-Lou Reva, 48 anni, assistente direttore del programma di supporto per i programmi umanitari non -profit CARE International. “Sono senza fiato, non riesco a spiegare quanto sia difficile.”

Fino a poco tempo la Papua Nuova Guinea era in gran parte riuscita a scongiurare un importante focolaio di coronavirus. Alla fine di febbraio, il paese aveva segnalato solo 1.275 casi, secondo la Johns Hopkins University.

Ma nell’ultimo mese i casi sono più che triplicati. La Papua Nuova Guinea ha ora segnalato almeno 4.660 casi di Covid-19 e 39 decessi correlati, tra cui quello del parlamentare Richard Mendani, morto all’età di 53 anni all’inizio di questo mese, secondo un rapporto di Radio New Zealand.

Venerdì, il paese ha segnalato 560 nuove infezioni – il più alto per un solo giorno – con il primo ministro James Marape che ha ammesso che c’è “una trasmissione comunitaria dilagante”.

Sebbene queste cifre potrebbero non sembrare elevate rispetto ad altri paesi, rappresentano un grosso problema in Papua Nuova Guinea, dove il governo afferma che ci sono solo circa 500 medici per una popolazione stimata di 9 milioni di persone.

Nel migliore dei casi, il sistema sanitario del paese è fragile – ora le ONG avvertono che potrebbe essere “sull’orlo del collasso”.

Bassi tassi di test significano anche che il carico dei casi di Papua Nuova Guinea è probabilmente molto più alto, cosa che le autorità riconoscono. Nel frattempo, la dilagante disinformazione nel paese significa che alcune persone non stanno ancora prendendo sul serio la minaccia.

Gli spettatori avvertono che la crisi potrebbe peggiorare la prossima settimana mentre le persone nella nazione prevalentemente cristiana tornano a casa per Pasqua e chiedono alle vicine Australia e Nuova Zelanda di fare di più per aiutare.

“La crisi sanitaria della Papua Nuova Guinea ha raggiunto il livello che temevamo un anno fa con un aumento dei casi”, ha detto all’inizio di questo mese la ricercatrice di Amnesty International per il Pacifico Kate Schuetze.

“Una combinazione di un sistema sanitario in difficoltà e condizioni di vita inadeguate ha creato una tempesta perfetta per il Covid-19 per prosperare negli insediamenti informali sovraffollati del paese”.

Leggi anche: Un imprenditore francese lancia il primo vino alla cannabis

Seguiteci anche su Facebook & Twitter

Grave lutto per i Pooh: è morto Alex De Benedictis
alex de benedictis
Grave lutto per i Pooh: è morto Alex De Benedictis
Natale naturale: 9 idee per decorare con le piante
arredamento
Natale naturale: 9 idee per decorare con le piante
Stella di Natale: 10 cose da sapere
lifestyle
Stella di Natale: 10 cose da sapere

Peoplenow.it è partner di Smart eCommerce. La piattaforma editoriale e pubblicitaria per i siti ed i blog di informazione on-line. Smart eCommerce è curatore tecnologico e proprietario dei server che ospitano il sito. Smart eCommerce è curatore commerciale per la monetizzazione del traffico del sito. Chiedi info via e-mail ad adv@smartecommerce.it