La storia di Elsidita Selajh: la prima donna pugile albanese

L'incredibile storia di Elsidita Selajh, la prima donna a cimentarsi professionalmente nel mondo della boxe in Albania, paese dove il pugilato è uno sport relativamente recente!
sei in  Sport

12 mesi fa - 30 Gennaio 2021

All’età di 15 anni, Elsidita Selaj ha deciso che voleva boxare.

Attraverso la sua testardaggine è riuscita, abbattendo la resistenza della sua famiglia e gli atteggiamenti sessisti per diventare la prima – e unica – pugile femminile competitiva dell’Albania.

“All’inizio, la boxe era per me un amore impossibile e inimmaginabile”, ha detto ad AFP l’ormai ventenne dopo un recente allenamento nella sua città natale di Scutari, nel nord dell’Albania.

“Ma grazie alla mia determinazione, è diventato un amore possibile che appartiene interamente a me”, ha aggiunto.

Sono passati cinque anni da quando ha iniziato a frequentare la palestra di boxe ogni giorno dopo la scuola, implorando di essere addestrata in uno sport considerato dominio degli uomini in un paese con rigidi ruoli di genere.

Jetmir Kuci, nove volte campione e allenatore di boxe albanese, inizialmente si rifiutò di lavorare con lei.

“Ero un po’tradizionale”, ha ricordato.
“È stato molto difficile accettare di formare Elsidita, pensando ai giudizi delle persone della città in cui viviamo”.

Ma alla fine, ha accettato.
Con la sua fermezza, è riuscita a rompere un tabù per tutti noi“.

Elsidita Selaj ha dimostrato per adesso più volte la sua abilità, portando a casa una medaglia di bronzo in un torneo regionale dei Balcani nel 2017, seguita da un secondo e un terzo posto rispettivamente nei Campionati Europei di Boxe Dilettanti 2018 e 2019.

Ora ha gli occhi puntati sui Giochi Olimpici di Tokyo, ma dovrà superare un duro turno di qualificazione in primavera, per non parlare dell’ostacolo finanziario delle alte spese.
L’obiettivo di ogni atleta, non solo il mio, sono le Olimpiadi“, ha detto.

Il suo allenatore ritiene che un rinvio dei Giochi a causa della pandemia “potrebbe aver giovato a suo favore perché le ha dato più tempo”.
E se non è il Giappone, ci sarà ancora Parigi nel 2024, ha aggiunto.

“Sono pronto al sacrificio, a lavorare giorno e notte affinché mia figlia un giorno sia campionessa del mondo per me e per tutti gli albanesi”, ha detto suo padre, Luan Selaj.

Il pugilato è uno sport relativamente nuovo in Albania, essendo stato bandito negli anni ’60 dall’ex dittatore comunista del paese Enver Hoxha, che lo considerava “troppo violento”.

Oggi il paese conta circa 1.100 appassionati di boxe, di cui circa 300 partecipano a competizioni nazionali e internazionali.

Leggi anche: Teenager entra nella storia come prima pilota donna a guadagnarsi un posto nell’accademia della Ferrari
Seguiteci anche su Facebook & Twitter

La storia di Elsidita Selajh: la prima donna pugile albanese
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Sport Condividi adesso
CONDIVIDI ADESSO
Facebook Whatsapp
Twitter Instagram Linkedin
TEMI DI QUESTO POST Albania boxe Elsidita Selajh Oggi