L’anno più caldo della storia europea è stato il 2020

La temperatura media annuale in Europa l'anno scorso è stata la più alta della storia
sei in  Green

5 mesi fa - 22 Aprile 2021

L’anno più caldo della storia europea è stato il 2020. L’Europa ha vissuto l’anno più caldo della storia, il 2020, mentre l’Artico ha avuto un’estate con incendi boschivi estremi, in parte a causa della bassa copertura nevosa, indicando un aumento dell’impatto del cambiamento climatico.

Mentre i leader mondiali hanno presentato i loro piani per combattere il cambiamento climatico durante il vertice statunitense di oggi; gli scienziati dell’Unione Europa hanno ricordato che l’impatto sul riscaldamento globale è arrivato.

La temperatura media annuale in Europa nel 2020 è stata la più alta della storia e di almeno 0,4 gradi Celsius al di sopra dei suoi successivi cinque anni più caldi e tutti nell’ultimo decennio.

“Le temperature sono aumentate in tutte le stagioni in Europa”, ha detto Freja Vamborg, uno scienziato senior di Copernicus.

Il 2020 è stato l’inverno più caldo d’Europa – 3,4 gradi Celsius sopra la temperatura media invernale europea nel 1981-2020.

 Il clima è più variabile in inverno, quindi le temperature estreme di solito giocano il ruolo più forte in questa stagione.

L’anno scorso è stato anche l’autunno più caldo d’Europa, mentre le ondate di caldo estivo non sono state così intense o prolungate come negli ultimi anni; nonostante le regioni con un caldo record, tra cui Scandinavia e Francia.

L’Artico, nel frattempo, è stato testimone di un “anno spettacolare”, ha detto Wamborg; sottolineando l’estate con incendi boschivi da record nella Siberia artica, aggravati dalle alte temperature e dal manto nevoso inferiore alla media.

La temperatura media nella Siberia artica lo scorso anno ha battuto i record con una grande differenza di oltre 4,3 gradi Celsius rispetto alla media del periodo 1981-2020.

A livello globale, l’Osservatorio europeo Copernicus ha affermato che il 2020 è uno dei tre anni più caldi al mondo; confermando i risultati pubblicati questa settimana dall’Organizzazione meteorologica mondiale.

L’Unione Europea ha fissato l’obiettivo di ridurre le emissioni più rapidamente in questo decennio e gli Stati Uniti dovrebbero fare lo stesso; aumentando la pressione sul resto del mondo, comprese Cina e India.

Al momento, gli impegni combinati degli stati non riescono a contribuire alla rapida riduzione delle emissioni concordata dall’accordo di Parigi sul clima e gli scienziati devono limitare il riscaldamento a 1,5 gradi Celsius sopra i livelli preindustriali ed evitare i peggiori effetti del cambiamento.

Leggi anche: Il mese scorso è stato il novembre più caldo di sempre.

Seguiteci anche su Facebook & Twitter

L’anno più caldo della storia europea è stato il 2020
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Green Condividi adesso
TEMI DI QUESTO POST