L’industria vinicola italiana si oppone alla diluizione del vino con l’acqua per ridurre il contenuto alcolico della bevanda. 

L'Italia è campione mondiale di vino per produzione ed export. Il fatturato annuo del settore è stato recentemente di circa 11 miliardi di euro (13,4 miliardi di dollari).
sei in  Food

7 mesi fa - 10 Maggio 2021

L’industria vinicola italiana si oppone alla diluizione del vino con l’acqua per ridurre il contenuto alcolico della bevanda.

Si vorrebbe rimodulare la produzione di vino senza alcol o con una percentuale inferiore a quella del metodo in Europa.

Sullo sfondo c’è anche l’idea di promuovere uno stile di vita sano per gli europei.

Il ministro dell’Agricoltura Stefano Patuanelli ha annunciato l’opposizione del Governo italiano alle scelte che verranno assunte in merito a livello europeo.

La Coldiretti ha messo in guardia contro “frodi al consumo”.

“L’introduzione della riduzione parziale e totale dell’alcol come nuova pratica viticola è un grande rischio.

Un precedente estremamente pericoloso che minaccerebbe seriamente l’identità del vino italiano ed europeo”, ha affermato il presidente della Coldiretti.

La vendita di vino allungato con l’acqua come prodotto di qualità in Europa è stata finora vietata, hanno spiegato gli esperti del settore vinicolo.

Ad alcuni amanti del vino piace mescolare l’acqua nel loro bicchiere in modo che non si ubriachino così velocemente da creare una cosiddetta siringa.

Il vino, dichiarato analcolico, è disponibile anche nei negozi. L’alcol viene rimosso dalla bevanda prodotta con tecniche speciali.

La protesta contro l’idea di includere l’aggiunta di acqua come buona pratica nel diritto dell’Unione Europea, anche per Barolo, Brunello e altre costose bottiglie con etichette italiane di qualità.

L’industria vinicola italiana si oppone alla diluizione del vino con l’acqua per ridurre il contenuto alcolico della bevanda.

L’Italia è campione mondiale di vino per produzione ed export. Il fatturato annuo del settore è stato recentemente di circa 11 miliardi di euro (13,4 miliardi di dollari).

Leggi anche: Questa azienda vinicola croata produce il suo vino … a 20 metri sotto il mare.

Seguiteci anche su Facebook & Twitter

L’industria vinicola italiana si oppone alla diluizione del vino con l’acqua per ridurre il contenuto alcolico della bevanda. 
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Food Condividi adesso
CONDIVIDI ADESSO
Facebook Whatsapp
Twitter Instagram Linkedin
TEMI DI QUESTO POST