M. Night Shyamalan introduce alla regia sua figlia Ishana: “Questo è il segreto dietro i nostri film”

La seconda stagione della serie thriller “Servant” è diventata un affare di famiglia per M. Night Shyamalan!
sei in  People

12 mesi fa - 1 Febbraio 2021

Spaventare il pubblico è un’arte di famiglia, in casa Shyamalan.

M. Night Shyamalan, il regista indiano di pellicole al cardiopalma come “Split” e “Glass“, si è infatti lasciato accompagnare dalla figlia Ishana nella direzione e la scrittura della seconda stagione della serie “Servant“.

Come se non bastasse, la secondogenita Saleka ha anche scritto ed eseguito una brano musicale inserito all’interno dello show.

Intervistati dal New York Times, padre e figlia hanno raccontato delle gioie e delle difficoltà che hanno incontrato lavorando per la prima volta fianco a fianco.

In merito alla collaborazione con la talentuosa Inshana, il creatore di personaggi indimenticabili come Casey Cook e Eljiah Price ha dichiarato:

“Avevo una scrittrice prigioniera in casa, il che era terribile per lei ma fantastico per me. La vedevo in cucina e le dicevo ‘Dove sono le sceneggiature?’ So che fa schifo quando il tuo capo è in casa. Dicevo: ‘Ne ho bisogno entro domani’ e lei diceva: ‘Le avrai!'”

Anche la giovane studentessa 21enne di Cinema alla NYU ha voluto esprimersi sul suo battesimo televisivo in compagnia del famoso padre:

“Ci sono particolari aspettative che porta questo cognome. Ma lo adoro, perché è qualcosa per me da abbattere. Se tutto va bene, metto il mio timbro artistico su ciò che creo. Ovviamente ci sono dei vantaggi. Sono stata fortunata a essere nata in una vita in cui ho le risorse per fare quello che voglio fare, qualcosa che non tutte le donne di colore hanno.”

Il segreto del fuoco creativo nella famiglia Shyamalan dipende, stando a quanto hanno dichiarato all’unisono i due, dalla loro comune cinefilia.

L’appuntamento fisso è quello settimanale sul divano di M. Night a trangugiare quanti più film possibile insieme da quando Inshana aveva appena dieci anni:

“A casa nostra i film sono sacri. Con mio padre ho visto molti film dell’orrore. Penso che sia per questo che ho una pelle dura.”

“Sapevo che mia figlia sarebbe stata una regista, ma non l’ho mai spinta a farlo. Guardavamo un film e lei sembrava davvero connessa con ciò che stavamo guardando. È sempre stata in grado di discernere cosa c’era di eccezionale nelle pellicole che sceglievamo.”

Leggi anche: Evan Rachel Wood: “Marilyn Manson ha abusato di me per anni. È un uomo pericoloso”
Continua a seguirci sui nostri social Facebook e Twitter!

M. Night Shyamalan introduce alla regia sua figlia Ishana: “Questo è il segreto dietro i nostri film”
CONTINUA LA LETTURA
Homepage People Condividi adesso
CONDIVIDI ADESSO
Facebook Whatsapp
Twitter Instagram Linkedin