Mara Gómez diventa la prima calciatrice trans del campionato femminile argentino: “Ho tentato più volte di suicidarmi”

Mara Gómez diventa la prima calciatrice trans del campionato femminile argentino: “Ho tentato più volte di suicidarmi”

12 Dicembre 2020

     

Mara Gómez

Mara Gómez è diventata lunedì scorso, la prima calciatrice trans a giocare una partita nel campionato di prima divisione femminile argentino, dopo l’autorizzazione della Federcalcio argentina (AFA).

Sono stati anni di lotte e incomprensioni: “Ho tentato più volte di suicidarmi”. Anni di scartoffie e burocrazia medica. È nato maschio e ha subito un trattamento ormonale per soddisfare gli standard: “È invasivo per il corpo e indebolisce la massa muscolare e la forza”.

Anni di lotta per arrivare fino a qui.
Tutto, per finire a fare la storia nella prima divisione femminile argentina. Mara Gómez appartiene a una squadra modesta, ma il suo debutto è stato una rivoluzione in Argentina: “So chi sono, mi amo”.

La partita e il calcio

La Gómez, 23 anni, è partita con la squadra di Villa San Carlos, nella partita corrispondente alla seconda giornata del campionato locale. La sua squadra ha perso 7-1 contro il Lanús, ma la Gómez, che gioca come attaccante, ha fatto la storia del calcio femminile argentino dopo anni di lotte per essere riconosciuta e per poter giocare a calcio.

Parlando al canale sportivo TNT Sports, Mara Gómez ha dichiarato alla fine dell’incontro che voleva “divertirsi ed essere parte” del mondo del calcio. Ha aggiunto che prima della partita aveva “molta ansia, ovviamente” perché era la sua prima partecipazione alla Primera con Villa San Carlos.

“Il mio è semplicemente l’amore per lo sport”, ha detto, ringraziando che in Argentina esiste una legge sull’identità di genere che le permette di giocare a calcio.
Le hanno dato la maglietta con il numero ’10’

Il sostegno alla comunità

La Gomez ha avuto parole di sostegno per tutte le persone della comunità trans che possono vedere in lei un’ispirazione, a cui ha detto “di uscire e combattere per i tuoi sogni”.

“Stiamo attraversando la vita, qui tutto quello che devi fare è andare a lottare per i tuoi sogni. Tutto ciò che è nuovo è rivoluzionario”, ha detto, prima di andare negli spogliatoi con la maglia della squadra di Buenos Aires.

Leggi anche: Stephanie Frappart: la donna dei record nel mondo del calcio
Seguiteci anche su Facebook & Twitter

Yoga, i benefici su mente e corpo Il suicidio per motivi razziali di Seid Visin: giovane ex calciatore delle giovanili del Milan di origine etiopi e adottato da una famiglia italiana L’Italia di Roberto Mancini ha segnato 7 gol contro la nazionale di San Marino in amichevole a Cagliari Massimiliano Allegri ritorna alla Juventus dopo l’esonero dell’allenatore Andrea Pirlo La tennista Naomi Osaka: non prenderò parte a nessuna conferenza stampa durante il Roland Garros E’ morto Tarcisio Burgnich: gloria del calcio italiano degli 60 che aveva giocato con Udinese, Juventus, Palermo, Inter e Napoli
leggi articoli di  Sport
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Sport Condividi adesso
CONDIVIDI ADESSO
Facebook Whatsapp
Twitter Instagram Linkedin
TEMI DI QUESTO POST calcio identità di genere Oggi Sport transgender