Marilyn Manson è stato nuovamente citato in giudizio

Nel febbraio di quest'anno, due ex fidanzate di Marilyn Manson, il cui vero nome è Brian Warner, hanno denunciato la violenza sessuale e le percosse a cui le ha sottoposte.
sei in  Gossip

7 mesi fa - 21 Maggio 2021

Marilyn Manson è stato nuovamente citato in giudizio.

Il Rocker è nuovamente accusato di violenza sessuale, percosse e traffico di esseri umani.

Nel febbraio di quest’anno, due ex fidanzate di Marilyn Manson, il cui vero nome è Brian Warner, hanno denunciato la violenza sessuale e le percosse a cui le ha sottoposte.

Ora l’ex assistente di Manson Ashley Walters, che ha intentato una causa, si è unita alle accuse.

Nei documenti del tribunale, è stato riferito che Manson ha incontrato Walters nel 2010 e ha subito assunto il lavoro dopo una sorta di intervista.

Durante il primo incontro, Manson avrebbe chiesto alla ragazza di togliersi la maglietta e di averla fotografata in reggiseno.

Dopodiché, la sedia a dondolo ha fatto cadere Ashley sul letto, gli ha stretto le mani, le ha morso un orecchio, ha messo le mani sotto la biancheria e ha cercato di baciarla sulle labbra.

Ashley si lamentava che in quegli anni il rocker la bombardasse di messaggi osceni, accennando al sesso.

Inoltre, Walters afferma che Manson l’aveva offerta ai suoi colleghi e amici, che lei vede come traffico di esseri umani.

Manson, secondo Ashley, la rinchiudeva spesso nella sua villa, dove, in attacchi di rabbia incontrollabile, ruppe mobili ed elettrodomestici, non permettendo alla ragazza di andare nemmeno dai suoi genitori per il fine settimana.

E’ stato così citato nuovamente in giudizio.

Leggi anche: Ashley Morgan parla della violenza di Marilyn Manson: il peggior mostro.

Seguiteci anche su Facebook & Twitter

Marilyn Manson è stato nuovamente citato in giudizio
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Gossip Condividi adesso
CONDIVIDI ADESSO
Facebook Whatsapp
Twitter Instagram Linkedin
TEMI DI QUESTO POST