Morto per Covid il re del liscio: Raoul Casadei
Musica

Morto per Covid il re del liscio: Raoul Casadei

La morte di Raoul Casadei

Raoul Casadei è morto a 84 anni per colpa del Covid.

Il re del liscio era ricoverato dal 3 marzo presso l’ospedale Bufalini di Cesena per colpa dell’infezione Covid-19 che aveva anche infettato quasi tutta l’intera famiglia Casadei nel ‘recinto’, il nome che si dà all’insieme delle case dove la famiglia di musicisti vivono a Villamarina.

Quattordici su quindici sono i contagiati, tranne solo il figlio Mirko che dal padre ha ereditato le redini della compagnia di liscio. Le condizioni di Raoul Casadei si erano aggravate negli ultimi giorni, infatti si era ritenuto necessario ricorrere alla respirazione assistita dal casco.

Gli auguri di pronta guarigione per lui erano giunti in questi giorni da tutto il mondo. Purtroppo non sono bastati.

Raoul Casadei si era ammalato a fine febbraio e il 3 marzo dato che la saturazione dell’ossigeno era risultata un po’ bassa, i medici avevano deciso di dargli l’ossigeno attraverso il “casco”.

Il suo indomito spirito gli aveva permesso fino a qualche giorno fa di parlare con i figli al telefono e di mandare a loro delle foto, ma le sue condizioni, complice anche l’età si sono fatte sempre più serie.

Raoul Casadei aveva preso dallo zio Secondo Casadei, il creatore di Romagna mia, le redini dell’omonima orchestra grazie alla quale porta avanti le tradizioni della Romagna.

La sua carriera

L’attività di musicista di Raoul Casadei era iniziata quasi per caso. Infatti inizialmente avrebbe dovuto fare il maestro delle scuole elementari. Aveva insegnato per diciassette anni e intanto teneva come attività parallela quella del liscio, passione ereditata dalla famiglia.

A sedici anni lo zio Secondo, il fondatore dell’orchestra di liscio più famosa del mondo, regalò a Raoul Casadei la prima chitarra. L’ingresso nell’orchestra arriva alla fine degli anni ’50.

All morte dello zio, nel 1971, Raoul Casadei decise di intraprendere a tempo pieno la carriera musicale. Sono gli anni ’70, e il liscio in Romagna è un genere musicale estremamente diffuso, con decine di orchestre in ogni città e grande popolarità in tutto il mondo.

Raoul Casadei divenne allora anche autore, con Ciao Mare, Mazurka di Periferia, Romagna e Sangiovese, solo per citare alcuni dei brani più celebri.

Nel 1973 decise di partecipare al Festivalbar e l’anno successivo al Festival di Sanremo, cosa che lo lanciò nell’olimpo della musica italiana. Raoul è diventato da allora il Re del liscio.

Leggi anche: Raoul Casadei ricoverato in ospedale per COVID. La figlia: “Usare tutte le precauzioni non è servito”

Seguiteci anche su Facebook & Twitter

Grave lutto per i Pooh: è morto Alex De Benedictis
alex de benedictis
Grave lutto per i Pooh: è morto Alex De Benedictis
Natale naturale: 9 idee per decorare con le piante
arredamento
Natale naturale: 9 idee per decorare con le piante
Stella di Natale: 10 cose da sapere
lifestyle
Stella di Natale: 10 cose da sapere

Peoplenow.it è partner di Smart eCommerce. La piattaforma editoriale e pubblicitaria per i siti ed i blog di informazione on-line. Smart eCommerce è curatore tecnologico e proprietario dei server che ospitano il sito. Smart eCommerce è curatore commerciale per la monetizzazione del traffico del sito. Chiedi info via e-mail ad adv@smartecommerce.it