Nicki Minaj risarcisce Tracy Chapman di 450.000 dollari. Ecco perché

Nicki Minaj perde il contenzioso contro Tracy Chapman per una questione legata ai diritti per copyright di un brano
di redazione
2 settimane fa
10 Gennaio 2021

È finalmente giunto al termine il contenzioso legale tra le due musiciste Nicki Minaj e Tracy Chapman. La prima sarà infatti costretta a risarcire la seconda di ben 45.000 dollari.

L’infiammata disputa legale tra Nicki Minaj e Tracy Chapman

È il 2017 quando la voce di “Starships” decide di inserire un campionamento del brano del 1988 “Baby Can I Hold You” di Tracy Chapman all’interno del suo singolo “Sorry” utilizzando una cover realizzata da Shelly Thunder.

La Chapman, però, decide di non concedere l’utilizzo del singolo tanto che Nicki Minaj è costretta a lasciare il brano fuori dal disco “Queen” all’ultimo secondo ma poco dopo stranamente il DJ Funkmaster Flex lo trasmette in radio lo stesso.

Dopo la denuncia da parte della storica cantautrice di Cleveland, la rapper si è difesa sostenendo che la sua creazione di “Sorry”, anche senza una licenza da Chapman, era protetta dalla dottrina del “fair use”, un’eccezione alla legge sul copyright che consente ai creatori di prendere in prestito materiale protetto da copyright a determinate condizioni.

Inoltre la Minaj ha continuato ad appellarsi proprio al fatto che la canzone non era stata incisa né pubblicata in commercio.

Il giudice Virginia A. Phillips del tribunale distrettuale losangelino dopo un primo appoggio alla versione di Minaj, ha di fatto deciso di farle pagare un salato risarcimento di 450.000 dollari dopo che la cantante non è stata in grado di chiarire come fosse arrivata la canzone con il campionamento di Tracy Champan nelle mani della stazione radio New York Hot 97 del dj Funkmaster Flex.

Nicki Minaj e la prossima causa milionaria

Non c’è comunque pace per Nicki Minaj. La performer di “Anaconda” dovrà tornare presto in tribunale perché accusata rapper Brinx Billions di aver inciso una canzone originariamente creata da lui.

Jawara Headley in arte Brinx Billions chiederebbe 200 milioni di dollari (£ 148 milioni) contro la superstar dell’hip-hop, sostenendo che il singolo con Lil Wayne avrebbe troppo in comune con un brano che lui stesso avrebbe suonato per la prima volta prima del 2016 proprio per lei, quando erano ancora amici.

Riuscirà Nicki Minaj a spuntarla questa volta?

Leggi anche: Copyright in scadenza: i grandi capolavori del Novecento di pubblico dominio dal 2021
Continua a seguirci sui nostri social Facebook e Twitter!