No, non sono dei fiori, ma un fungo !

Questi tre fiori, raccolti in Guyana, possono sembrare uguali a prima vista ma due di essi appartengono a un fungo che si è evoluto in milioni di anni per ingannare le api e altri impollinatori.
sei in  Ambiente

11 mesi fa - 20 Febbraio 2021

Questi tre fiori, raccolti in Guyana, possono sembrare uguali a prima vista, ma guardali più da vicino e potresti notare qualcosa di diverso nei petali dei due “fiori” a destra. Questo perché non appartengono a un fiore dell’ “erba dagli occhi gialli” come quello a sinistra, ma a un fungo che si chiama Fusarium xyrophilum che si è evoluto in milioni di anni per ingannare le api e altri impollinatori.

Questo è il primo “pseudofiorente” conosciuto, perché è un fungo che imita tutti i petali di un fiore, che dovrebbero essere foglie particolari, come in tutti i fiori e che in questo caso invece è solo tessuto fungino, riferiscono i ricercatori in Fungal Genetics and Biology.

I fiori finti del fungo rilasciano persino un odore simile a un fiore per attirare gli insetti che, invece di mangiare il polline che non c’è, finiscono per portare in giro spore del fungo, aiutando l’ingannevole invasore a riprodursi.

Il fungo Fusarium xyrophilum infetta questa pianta della specie Xyris e la sterilizza per bloccarne la fioritura.

Quindi il fungo dirotta, non si sa ancora in quale modo, alcune operazioni della pianta che ha infettato per fare in modo che vengano prodotti questi pseudofiorenti fatti interamente di tessuto fungino. Non era mai stato scoperto qualcosa del genere.

“Questo è l’unico esempio di cui siamo a conoscenza, sul pianeta Terra, in cui il falso fiore è tutto fungino”, afferma Kerry O’Donnell, microbiologo presso il Servizio di ricerca agricola del Dipartimento dell’agricoltura degli Stati Uniti e coautore del recente studio.

In passato erano stati identificati pochi altri funghi “impostori”, che agiscono in modo però meno raffinato, in genere modificando le foglie di un ospite piuttosto che costruire i finti fiori.

Per esempio inducendo la produzione di un odore particolare o modificandone la riflessione della luce, in modo tale da attirare gli insetti.

Leggi anche: La foresta pluviale amazzonica ha perso un’area delle dimensioni di Israele nel 2020

Seguiteci anche su Facebook & Twitter

No, non sono dei fiori, ma un fungo !
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Ambiente Condividi adesso
CONDIVIDI ADESSO
Facebook Whatsapp
Twitter Instagram Linkedin
TEMI DI QUESTO POST fungo Oggi