Passeggera cambia posto per le lamentele di un ebreo ultra-ortodosso. EasyJet dovrà risarcirla
Viaggi

Passeggera cambia posto per le lamentele di un ebreo ultra-ortodosso. EasyJet dovrà risarcirla

La compagnia aerea EasyJet dovrà risarcire una passeggera costretta a cambiare posto su un volo per colpa delle lamentele di un altro passeggero.

EasyJet pagherà salatamente le lamentele

La protagonista della disavventura è Melanie Wolfson, donna con doppia cittadinanza, britannica e israeliana, che vive a Tel Aviv.

La Wolfson, alla fine del 2019, aveva avviato una causa contro EasyJet dopo aver denunciato il caso.

Un passeggero ebreo ultra-ortodosso si sarebbe infatti rifiutato di sederle accanto per motivazioni religiose.

L’integralista di fronte al rifiuto di Melanie di fare scambio di posto con un altro passeggero, avrebbe iniziato poi subito a lamentarsi furiosamente con le hostess e a ripetere ossessivamente:

“Non voglio sedermi accanto a una donna!”

Non è stato un episodio isolato

Ma questo episodio per Melanie Wolfson non sarebbe stato isolato.

Qualche mese dopo, sempre su un volo EasyJet diretto da Tel Aviv a Londra, la giovane donna avrebbe vissuto nuovamente questa umiliazione.

Anche in quel caso un ebreo ultra-ortodosso le aveva chiesto di spostarsi. Al suo rifiuto, l’uomo l’aveva insultata e umiliata, esattamente come il precedente.

Per timore di decollare in ritardo, Melanie Wolfson aveva così optato per il cambio posto, soprattutto a seguito delle sue inascoltate proteste agli assistenti di volo.

EasyJet ha violato la legge israeliana

Stanca di questi soprusi continui, la donna ha preso la decisione di fare causa a EasyJet.

La compagnia aerea avrebbe infatti violato la legge israeliana che punisce ogni forma di discriminazione dei clienti.

Dopo l’ammissione di colpevolezza di EasyJet adesso è appena arrivata la sentenza finale: la compagnia dovrà versare alla Wolfson circa 18mila euro (66.438 shekel).

“Siamo pienamente consapevoli che alcuni uomini sono a disagio quando siedono accanto a una donna che non sia una familiare, a causa delle loro credenze religiose.

Le nostre politiche, però, prevedono che i passeggeri di sesso femminile non debbano cambiare di posto per il semplice fatto di essere donne.

Quelle politiche sono state violate e siamo disposti a risarcire la passeggera, oltre a migliorare le nostre politiche e la loro applicazione tramite una formazione aggiuntiva del nostro equipaggio.”

Leggi anche: Una scuola in Minnesota ha vietato due libri. Uno dei quali è “Uomini e topi” di Steinbeck
Continua a seguirci sui nostri social Facebook e Twitter! Fonte: meteoweek

Grave lutto per i Pooh: è morto Alex De Benedictis
alex de benedictis
Grave lutto per i Pooh: è morto Alex De Benedictis
Natale naturale: 9 idee per decorare con le piante
arredamento
Natale naturale: 9 idee per decorare con le piante
Stella di Natale: 10 cose da sapere
lifestyle
Stella di Natale: 10 cose da sapere

Peoplenow.it è partner di Smart eCommerce. La piattaforma editoriale e pubblicitaria per i siti ed i blog di informazione on-line. Smart eCommerce è curatore tecnologico e proprietario dei server che ospitano il sito. Smart eCommerce è curatore commerciale per la monetizzazione del traffico del sito. Chiedi info via e-mail ad adv@smartecommerce.it