Pfizer afferma che la variante del coronavirus sudafricano potrebbe ridurre l’efficacia del vaccino di due terzi

La variante del coronavirus sudafricano potrebbe ridurre la protezione dal vaccino Pfizer di due terzi, secondo un nuovo studio di laboratorio di Pfizer e BioNTech.
sei in  Salute

11 mesi fa - 18 Febbraio 2021

La variante del coronavirus sudafricano potrebbe ridurre la protezione dal vaccino Pfizer di due terzi, secondo un nuovo studio di laboratorio di Pfizer e BioNTech.

Sebbene non sia chiaro se l’iniezione sia efficace contro la mutazione, lo studio ha scoperto che il vaccino è ancora in grado di neutralizzare il virus e non ci sono prove da studi sull’uomo che il vaccino sia inefficace contro la variante.

Ma le aziende stanno ancora investendo e parlando con le autorità di regolamentazione dello sviluppo di una versione aggiornata del loro vaccino a mRNA o di un vaccino di richiamo, se necessario.

Per lo studio, gli scienziati delle società e l’Università del Texas Medical Branch (UTMB) hanno sviluppato un virus ingegnerizzato che conteneva le stesse mutazioni presenti sulla proteina spike della variante di coronavirus altamente contagiosa scoperta per la prima volta in Sud Africa, nota come B.1.351.

I ricercatori hanno testato il virus ingegnerizzato contro il sangue prelevato da persone a cui era stato somministrato il vaccino e hanno riscontrato una riduzione di due terzi del livello di anticorpi neutralizzanti rispetto al suo effetto sulla versione più comune del virus prevalente negli studi negli Stati Uniti.

I loro risultati sono stati pubblicati sul New England Journal of Medicine (NEJM).

Poiché non esiste ancora un parametro di riferimento stabilito per determinare quale livello di anticorpi sia necessario per proteggersi dal virus, non è chiaro se quella riduzione di due terzi renderà il vaccino della Pfizer inefficace contro la variante che si diffonde in tutto il mondo.

Pfizer è una multinazionale farmaceutica americana.

Pfizer è una delle più grandi società farmaceutiche del mondo ed è stata classificata al 64 ° posto nell’elenco Fortune 500 delle più grandi società statunitensi del 2020 per fatturato totale, con $ 47,644 miliardi stimati al 31 dicembre 2020.

Leggi anche: L’Africa occidentale è in stato di massima allerta dopo l’epidemia di Ebola in Guinea
Seguiteci anche su Facebook & Twitter

Pfizer afferma che la variante del coronavirus sudafricano potrebbe ridurre l’efficacia del vaccino di due terzi
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Salute Condividi adesso
CONDIVIDI ADESSO
Facebook Whatsapp
Twitter Instagram Linkedin
TEMI DI QUESTO POST coronavirus Oggi Pfizer