Riapre la Cultura in Italia: gallerie d’arte, musei, parchi archeologici, monumenti e mostre potranno essere vistate

Dopo circa due mesi dalla chiusura in molte città italiane è possibile accedere alle istituzioni culturali
di  redazione
1 settimana fa - 29 Aprile 2021

Riapre la Cultura in Italia: gallerie d’arte, musei, parchi archeologici, monumenti e mostre potranno essere vistate.

In molte città italiane è possibile visitare musei e mostre. Dopo circa due mesi dalla chiusura da lunedì scorso, 26 aprile, i musei e le mostre nelle 13 regioni italiane catalogate in zona gialla hanno riaperto e sono visitabili secondo i protocolli di sicurezza già in vigore prima dell’ultima chiusura di febbraio.

Si tratta di un percorso in ordine sparso, visto che nella maggior parte delle regioni del Sud – Basilicata, Calabria, Puglia, Sicilia, Valle d’Aosta e Sardegna, sono rimaste arancioni e rosse e quindi le porte delle istituzioni culturali sono rimaste chiuse.

Le visite saranno regolate secondo le modalità indicate sui siti istituzionali di gallerie d’arte, musei, parchi archeologici, complessi monumentali e mostre, e potranno essere visitate nei fine settimana prenotando òa visita online o telefonicamente (da effettuarsi almeno un giorno in anticipo).

Nella capitale, il parco archeologico del Colosseo apre con visite 7 giorni su 7 dalle 10.30 alle 19.15 (ultimo ingresso alle 18.15).

I Musei Civici di Roma riaprono al pubblico le loro mostre e i siti archeologici, ora anche nei fine settimana e nei giorni festivi (ad eccezione del 1 maggio).

Da lunedì è possibile visitare i Musei Capitolini, i Mercati di Traiano – il Museo dei Fori Imperiali, il Museo dell’Ara Pacis, i Fori Imperiali e il Mausoleo di Augusto.

Sempre dallo scorso 26 aprile è possibile visitare la zona archeologica del Teatro di Marcello dalle ore 9 alle ore 19, chiusa da marzo dello scorso anno.

Sono aperti al pubblico anche il ??Museo di Roma, il Museo di Roma in Trastevere, la Galleria d’Arte Moderna, i Musei di Villa Torlonia; il Museo Zoologico Comunale, il Museo della Scultura Antica di Giovanni Barracco. Museo Napoleone, Museo Pietro Canonica a Villa Borghese; Museo della Repubblica Romana e della Memoria di Garibaldi, Museo Casal de Pazzi, Museo del Muro e Villa Massenzio.

Inoltre è possibile visitare l’area archeologica del Circo Massimo, tutti i giorni, sabato e domenica compresi, dalle 9.30 alle 19.00 (ultimo ingresso alle 17.50).

Aperto anche Palazzo Barberini, sede delle Gallerie Nazionali d’Arte Antica, con orario dal martedì alla domenica dalle 10:00 alle 18:00; con prenotazione anticipata il sabato e nei giorni festivi.

In Toscana a Firenze da lunedì è aperto l’Opera Santa Maria del Fiore che svelerà gradualmente i monumenti del Duomo: il Duomo (dal lunedì al sabato, dalle 10.15 alle 17.00); la Cupola del Brunelleschi (tutti i giorni dalle 12.45 alle 19.00; sabato e domenica dalle 12.45 alle 17.30); il Campanile di Giotto (aperto tutti i giorni dalle 12.45 alle 19); il Museo dell’Opera del Duomo (sabato, domenica e lunedì dalle 10.15 alle 17) dal 1 maggio.

Il battistero continuerà a restare chiuso a causa dei lavori di restauro in corso. In questa prima fase, dal 26 aprile al 16 maggio, l’orario di apertura sarà ridotto.

Dal 17 maggio, condizioni permettendo, l’orario di apertura sarà prolungato e i monumenti e il museo saranno aperti 7 giorni su 7.

Sono aperti i Giardini di Boboli e la Galleria degli Uffizi. Palazzo Pitti, aprirà martedì 4 maggio (orario 8.15-18.30); ed accoglierà i visitatori con 14 nuove sale al piano terra dedicate alla pittura fiorentina, romana ed emiliana del Cinquecento. Al primo piano sarà inoltre allestita una mostra di scultura romana dedicata alla figura di una donna in epoca imperiale; “Imperatrici, matrone, liberti”, prolungata dal 9 maggio al 13 giugno.

Sarà inaugurata il 29 giugno la mostra d’arte contemporanea In-Versi a tema dantesco con opere di Giuseppe Penone.

Lunedì 3 maggio riapriranno al pubblico il Museo Nazionale del Bargello, il Museo delle Cappelle Medicee e il Museo di Palazzo Davanzati a Firenze.

Riapre la Cultura in Italia con gallerie d’arte, musei, parchi archeologici, monumenti e mostre che sono aperte al pubblico.

Dalla Campania non ci sono ancora indicazioni dell’apertura di Pompei, Capodimonte, del Museo Archeologico di Napoli e di tutti gli altri siti culturali chiusi dal 22 febbraio.

Dal 26 sono riaperti i musei anche in Emilia-Romagna, con il passaggio di tutta la regione alla zona gialla. Mostre aperte a Bologna presso Palazzo Fava.

Riaperto al pubblico a Parma il Polo museale della Pilotta. Al complesso museale si accede solo con biglietto acquistato in anticipo nel sistema di prenotazione online, che prevede un tempo limitato e biglietti d’ingresso. Con la Lombardia in fascia gialla, il Comune di Milano è pronto a riaprire musei civici e mostre da martedì 27 aprile per un’intera settimana, con prenotazioni solo sabato e festivi.

Leggi anche: La Germania e Berlino apriranno sedi culturali e musei nonostante il diffondersi del virus.

Seguiteci anche su Facebook & Twitter

CONTINUA LA LETTURA
Homepage Cultura Condividi adesso
TEMI DI QUESTO POST