Riprende la prostituzione nei quartieri a luci rosse di Amsterdam dopo il lockdown causato dalla pandemia da covid-19 

Il lavoro sessuale era stato vietato ad Amsterdam, mentre parrucchieri e massaggiatori hanno lavorato normalmente
sei in  Mondo

7 mesi fa - 17 Maggio 2021

Riprende la prostituzione nei quartieri a luci rosse di Amsterdam dopo il lockdown causato dalla pandemia da covid-19 

Nei Paesi Bassi sta riprendendo il lavoro dei bordelli come parte dell’allentamento delle misure anti-contagio da covid-19.

Ad annunciarlo è stato il ministro della Salute dei Pasi Bassi, Hugo de Jonge. Le autorità apriranno anche parchi, zoo, palestre e piscine all’aperto mercoledì dopo che la campagna di vaccinazione ha allentato la pressione sugli ospedali.

La prostituzione è legale nei Paesi Bassi, ma è stata vietata dalle autorità a metà dicembre a causa delle restrizioni volte a frenare la diffusione del coronavirus.

Le lavoratrici del sesso hanno protestato ad Amsterdam lo scorso mese di marzo, affermando di essere state discriminate dopo che le autorità hanno permesso la riapertura di altri settori come parrucchieri e saloni per massaggi.

Durante il lockdown, il governo dei Pasi Bassi ha concesso un sostegno finanziario limitato alle prostitute che hanno un regolare contratto di lavoro

e possono dimostrare che la pandemia le ha private di almeno il 20% del loro reddito.

Molti lavoratori dell’industria del sesso olandese protestarono davanti al parlamento contro la decisione del governo di allentare le restrizioni sul coronavirus su alcune professioni, ma non sul loro lavoro, che è legale nei Paesi Bassi.

Amsterdam è la più grande attrazione turistica dei Paesi Bassi. Ha una popolazione di circa 850.000 persone, mentre più di 20 milioni di turisti ogni anno arrivano ad Amsterdam

Le statistiche non rivelano quante di queste persone visitano Amsterdam a causa del suo patrimonio culturale; ma è ovvio che un’ampia percentuale di visitatori beneficia dell’uso di cannabis, alcol e servizi sessuali.

Il lavoro sessuale è stato vietato ad Amsterdam, mentre parrucchieri e massaggiatori hanno lavorato normalmente.

Secondo le lavoratrici del sesso, questo è ingiusto perché la salute e l’assistenza fanno parte della loro professione e l’igiene è essenziale.

Il video del tour: Riprende la prostituzione nei quartieri a luci rosse di Amsterdam dopo il lockdown causato dalla pandemia da covid-19.

Leggi anche: Il Teatro alla Scala di Milano a Maggio riprende le rappresentazioni.

Seguiteci anche su Facebook & Twitter

Riprende la prostituzione nei quartieri a luci rosse di Amsterdam dopo il lockdown causato dalla pandemia da covid-19 
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Mondo Condividi adesso
CONDIVIDI ADESSO
Facebook Whatsapp
Twitter Instagram Linkedin
TEMI DI QUESTO POST