Sabrina Salerno indiavolata sui social per difendere suo figlio: scatta la denuncia

Lo stalker telematico di Sabrina Salerno ha colpito ancora. E questa volta c'è di mezzo anche il figlio dell'iconica cantante anni Ottanta...
sei in  Gossip

12 mesi fa - 24 Gennaio 2021

La bella showgirl ligure e icona degli anni Ottanta Sabrina Salerno è furiosa.

Nonostante si sia sempre distinta negli anni per un carattere pacato e razionale, da poche ore ha rilasciato delle stories molto accese sul suo Instagram contro un particolare hater.

Perché Sabrina Salerno è pronta a passare alle vie legali

Sabrina ha infatti rivelato ai numerosi fan che una sua follower le ha segnalato un nuovo profilo fake sulla piattaforma WK, social network molto popolare in Russia, contenente dei suoi scatti rubati.

Rispetto ai tipici furti d’identità, questa volta il ladro avrebbe usato anche delle fotografie di Luca Maria Monti, il figlio 16enne della Salerno.

“Aldilà del furto di identità che denuncerò alla polizia postale, questa persona è fortemente malata di mente e va curato, perché quello che scrive è gravissimo. Non avrò pace finché non la beccheranno, per ciò che di vergognoso e depravato ha fatto ai danni di un minore, mio figlio in questo caso.”

Fortemente protettiva nei confronti di suo figlio, l’indimenticabile soubrette è ora pronta a denunciare alla polizia postale e al suo avvocato l’utente del finto profilo e chiede anche ai fan di aiutarla in questo:

“Lunedì chiamerò l’avvocato perché voglio il nome e cognome di questa persona, questa volta ci arrivo non mi fermo. Questa persona deve pagare.”

“Aiutatemi a denunciare questo profilo se potete, perché questo essere merita solo la castrazione chimica per quello che mi riguarda!”

Leggi anche: La Tatangelo sulla separazione da Gigi D’Alessio: “Andavamo a letto senza dirci una parola”
Continua a seguirci sui nostri social Facebook e Twitter!

Sabrina Salerno indiavolata sui social per difendere suo figlio: scatta la denuncia
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Gossip Condividi adesso
CONDIVIDI ADESSO
Facebook Whatsapp
Twitter Instagram Linkedin