Secondo uno studio, la pesca a strascico rilascia tanto carbonio quanto i viaggi aerei
Green

Secondo uno studio, la pesca a strascico rilascia tanto carbonio quanto i viaggi aerei

Secondo uno studio innovativo, la pesca a strascico rilascia tanta anidride carbonica quanto l’intera industria aeronautica.

La pesca a strascico, una pratica diffusa in cui le reti pesanti vengono trascinate lungo il fondo del mare, pompa 1 gigatone di carbonio ogni anno, afferma lo studio scritto da 26 biologi marini, esperti di clima ed economisti e pubblicato su Nature mercoledì.

Il carbonio viene rilasciato dai sedimenti del fondo marino nell’acqua e può aumentare l’acidificazione degli oceani, oltre a influire negativamente sulla produttività e sulla biodiversità, afferma lo studio. I sedimenti marini sono la più grande riserva di carbonio al mondo.

Il rapporto – Proteggere l’oceano globale per la biodiversità, il cibo e il clima – è il primo studio a mostrare gli impatti climatici della pesca a strascico a livello globale. Fornisce inoltre un modello che delinea quali aree dell’oceano dovrebbero essere protette per salvaguardare la vita marina, aumentare la produzione di frutti di mare e ridurre le emissioni climatiche.

Solo il 7% dell’oceano è sotto qualche tipo di protezione. Gli scienziati sostengono che, identificando aree strategiche per la gestione – ad esempio, regioni con pesca industriale su larga scala e grandi zone di esclusione economica o territori marini – le nazioni potrebbero trarre “vantaggi significativi” per il clima, il cibo e la biodiversità.

Proteggere le aree oceaniche “strategiche” potrebbe produrre 8 milioni di tonnellate di pesce, dicono.

I primi 10 paesi con le maggiori emissioni di carbonio dalla pesca a strascico sono stati Cina, Russia, Italia, Regno Unito, Danimarca, Francia, Paesi Bassi, Norvegia, Croazia e Spagna.

L’analisi mostra che il mondo deovrebbe proteggere almeno il 30% dell’oceano per fornire molteplici vantaggi.

Lo studio calcola che l’eliminazione del 90% dell’attuale rischio di disturbo del carbonio dovuto alla pesca a strascico richiederebbe la protezione solo del 4% circa dell’oceano, principalmente all’interno delle acque nazionali.

Leggi anche: Florida: nuova specie di zanzara che potrebbe trasmettere malattie dagli animali alle persone

Seguiteci anche su Facebook & Twitter

Grave lutto per i Pooh: è morto Alex De Benedictis
alex de benedictis
Grave lutto per i Pooh: è morto Alex De Benedictis
Natale naturale: 9 idee per decorare con le piante
arredamento
Natale naturale: 9 idee per decorare con le piante
Stella di Natale: 10 cose da sapere
lifestyle
Stella di Natale: 10 cose da sapere

Peoplenow.it è partner di Smart eCommerce. La piattaforma editoriale e pubblicitaria per i siti ed i blog di informazione on-line. Smart eCommerce è curatore tecnologico e proprietario dei server che ospitano il sito. Smart eCommerce è curatore commerciale per la monetizzazione del traffico del sito. Chiedi info via e-mail ad adv@smartecommerce.it