Senato del Mississippi: divieto agli atleti transgender nelle squadre femminili

Agli atleti transgender sarà vietato competere negli sport femminili nelle scuole e nelle università del Mississippi, in base a un disegno di legge che arriva in un momento di rinnovata attenzione ai diritti dei transgender.
sei in  Sport

11 mesi fa - 13 Febbraio 2021

Agli atleti transgender sarà vietato competere negli sport femminili nelle scuole e nelle università del Mississippi, in base a un disegno di legge che arriva in un momento di rinnovata attenzione ai diritti dei transgender.

Il Mississippi è uno di quegli stati americani che quest’anno propongono restrizioni sull’atletica leggera o sull’assistenza sanitaria. Il presidente democratico Joe Biden ha firmato un ordine esecutivo il 20 gennaio – il giorno in cui è entrato in carica – che vieta la discriminazione basata sull’identità di genere negli sport scolastici e altrove.

C’è stata poca discussione sulla legge del Senato 2536 prima che il Senato dello stato controllato dai repubblicani la approvasse 34-9. Quattro senatori hanno votato “presenti”, il che non conta né a favore né contro il provvedimento. Cinque non hanno votato.

“Ho avuto numerosi allenatori in tutto lo stato che mi hanno chiamato e credo che sentano che c’è bisogno di una politica in Mississippi perché stanno cominciando ad avere alcune preoccupazioni di dover affrontare questo”, ha detto lo sponsor del disegno di legge, il senatore repubblicano Angela Hill.

Nessun senatore ha chiesto se qualche atleta transgender stia attualmente gareggiando in Mississippi e la Hill non ha fornito tali informazioni. Il disegno di legge andrà alla Camera controllata dai repubblicani per ulteriori lavori nelle prossime settimane.

Human Rights Campaign, un gruppo di difesa delle persone LGBTQ, ha condannato le leggi anti-transgender nel Mississippi e in altri stati.

“Questi disegni di legge non affrontano alcun problema reale e non vengono richiesti dagli elettori”, ha detto in una dichiarazione Human Rights Campaign. “Piuttosto, questo sforzo è guidato da organizzazioni nazionali di estrema destra che tentano di seminare paura e odio”.

I sostenitori di leggi come quella del Mississippi sostengono che le ragazze transgender, perché sono nate maschi, sono naturalmente più forti, più veloci e più grandi di quelle nate femmine.

Gli oppositori affermano che tali proposte violano non solo il titolo IX della legge federale sull’istruzione che proibisce la discriminazione sessuale, ma anche le sentenze della Corte Suprema degli Stati Uniti e dell’undicesima Corte d’Appello degli Stati Uniti.

Leggi anche: La MLB aggiorna il codice di condotta relativo a molestie e discriminazioni a seguito di accuse
Seguiteci anche su Facebook & Twitter

Senato del Mississippi: divieto agli atleti transgender nelle squadre femminili
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Sport Condividi adesso
CONDIVIDI ADESSO
Facebook Whatsapp
Twitter Instagram Linkedin
TEMI DI QUESTO POST Mississippi Oggi transgender