Italia

Si attende l’autopsia per il caso Mario Paciolla ma nessuno crede all’ipotesi del suicidio

Si attende l’autopsia per il caso Mario Paciolla ma nessuno crede all’ipotesi del suicidio

Mario Paciolla, cooperante napoletano dell’Onu, è morto nella sua casa di San Vicente del Caguan, in Colombia, il 15 luglio 2020.

Il ragazzo, che oggi avrebbe compiuto 34 anni, venne trovato impiccato con un lenzuolo dai collaboratori dell’Onu che quella mattina avrebbero dovuto accompagnarlo in aeroporto.

A questo proposito, poco prima di morire il ragazzo aveva acquistato un biglietto per tornare a casa, a Napoli.

Mario Paciolla oggi avrebbe compiuto 34 anni

Poco prima della sua dipartita, Mario aveva confessato ai propri genitori di avere paura e di temere per la propria incolumità, tanto da voler tornare in Italia per vedere ancora una volta il mare della sua città.

All’ipotesi del suicidio non credono né i famigliari della vittima né la Procura di Roma che ha deciso di aprire un’inchiesta per omicidio.

Secondo quanto appreso il sangue presente in casa, la modalità dell’impiccagione e l’inquinamento della scena del delitto per mano dell’addetto alla sicurezza dell’Onu, sono elementi che non offrirebbero un quadro chiaro della situazione.

In merito i genitori di Mario Paciolla hanno confidato:

“Noi ci aspettiamo la verità, siamo sicuri che Mario non si è suicidato. In questi sei mesi non ci siamo sentiti mai soli, abbiamo avuto la vicinanza e il contributo di solidarietà da moltissime persone venute da ogni parte del mondo per parlarci di Mario, della sua testimonianza di uomo onesto e leale, della sua arguzia e intelligenza, del suo essere minuzioso e scrupoloso nel suo lavoro, del suo essere avanti.”

La famiglia Paciolla conclude dicendo:

“Il suo sogno era girare il mondo, conoscere e capire la gente che incontrava raccogliendo materiale per poter poi scrivere e raccontare ciò che lui aveva visto e vissuto. E quello stava facendo.”

Leggi anche: Fulvio Abbate attacca Andrea Zenga: “È un povero disgraziato!” La dura replica sui social
Continua a seguirci sui nostri social Facebook e Twitter! Fonte: fanpage

Grave lutto per i Pooh: è morto Alex De Benedictis
alex de benedictis
Grave lutto per i Pooh: è morto Alex De Benedictis
Natale naturale: 9 idee per decorare con le piante
arredamento
Natale naturale: 9 idee per decorare con le piante
Stella di Natale: 10 cose da sapere
lifestyle
Stella di Natale: 10 cose da sapere

Peoplenow.it è partner di Smart eCommerce. La piattaforma editoriale e pubblicitaria per i siti ed i blog di informazione on-line. Smart eCommerce è curatore tecnologico e proprietario dei server che ospitano il sito. Smart eCommerce è curatore commerciale per la monetizzazione del traffico del sito. Chiedi info via e-mail ad adv@smartecommerce.it