Signal for help: arriva il segno universale per chiedere aiuto contro la violenza domestica
Attualità

Signal for help: arriva il segno universale per chiedere aiuto contro la violenza domestica

Parte dal Canada e si sta diffondendo oramai a macchia d’olio il saluto silenzioso “Signal for Help“, utile per combattere la violenza domestica e aiutare le donne in difficoltà.

Il saluto silenzioso Signal for Help

Da quando, un anno fa, vari Paesi del mondo hanno cominciato ad introdurre le restrizioni per combattere contro la pandemia, una fondazione canadese femminista, la “Canadian Women’s Foundation”, ha ideato un saluto silenzioso in difesa delle donne maltrattate.

Un semplice gesto della mano che segnala in maniera discreta un abuso e serve per chiedere aiuto anche in presenza del proprio aggressore.

Un saluto silenzioso che si sta diffondendo in tutto il mondo e che comincia ad essere riconosciuto come un segnale internazionale per chiedere aiuto e per salvare milioni di vite.

Il numero delle donne vittime di abusi domestici è aumentato durante la pandemia

Il “Signal for Help” è molto semplice: il pollice è piegato verso l’interno del palmo della mano, le altre quattro dita in alto e poi subito chiuse a formare un pugno.

Se vedete qualcuno rivolgervi questo insolito saluto vuol dire che quella persona è in pericolo e che ha bisogno d’aiuto.

Questa richiesta di aiuto universale è arrivata anche in Italia grazie a Gengle, l’associazione rivolta ai genitori single fondata da Giuditta Pasotto.

La Pasotto a questo proposito ha realizzato anche un video sui social per spiegare l’importanza del “Signal for Help“.

È importante sottolineare che questo segno non fa riferimento a parole, lettere o a concetti della lingua dei segni (chiamata LIS per la variante italiana).

La Canadian Women’s Foundation ha comunque assicurato che i membri delle comunità di non udenti sono stati consultati prima del lancio della campagna stessa.

Leggi anche: Femminicidio: un uomo ha pugnalato a morte la compagna prima di violentare sua figlia di 12 anni
Continua a seguirci sui nostri social Facebook e Twitter! Fonte: secoloxix

Grave lutto per i Pooh: è morto Alex De Benedictis
alex de benedictis
Grave lutto per i Pooh: è morto Alex De Benedictis
Natale naturale: 9 idee per decorare con le piante
arredamento
Natale naturale: 9 idee per decorare con le piante
Stella di Natale: 10 cose da sapere
lifestyle
Stella di Natale: 10 cose da sapere

Peoplenow.it è partner di Smart eCommerce. La piattaforma editoriale e pubblicitaria per i siti ed i blog di informazione on-line. Smart eCommerce è curatore tecnologico e proprietario dei server che ospitano il sito. Smart eCommerce è curatore commerciale per la monetizzazione del traffico del sito. Chiedi info via e-mail ad adv@smartecommerce.it