Streghe: la sceneggiatrice accusa la serie di sessismo. Alyssa Milano e Holly Marie Combs rispondono
Televisione

Streghe: la sceneggiatrice accusa la serie di sessismo. Alyssa Milano e Holly Marie Combs rispondono

La sceneggiatrice Krista Vernoff ha recentemente rivelato perché si è licenziata dalla serie “Streghe” nel lontano 2002.

La Vernoff ha lavorato come scrittrice e produttrice dello show dalla stagione 3 alla 5 e, secondo quanto riferito, le era stato offerto il doppio del suo stipendio per rimanere.

La sceneggiatrice di “Streghe” sul suo licenziamento

In una intervista a The Hollywood Reporter, l’attuale sceneggiatrice di “Grey’s Anatomy” ha spiegato perché ha lasciato il set di “Streghe“:

“Ho firmato perché Streghe era uno spettacolo di potere femminile, e circa a metà c’è stato un episodio in cui Alyssa Milano esce in scena vestita da sirena e c’è stato un enorme picco di spettatori maschili e poi, negli episodi successivi, la domanda dalla rete era diventata: ‘Come facciamo a far spogliare le ragazze questa settimana?’

E mi lanciavano soldi, e il numero di spettatori maschili continuava a salire e c’era tutta questa pressione, e tutto quello che riuscivo a pensare era: ‘Sto creando qualcosa che ora è un male per il mondo, e ne ho abbastanza.'”

Il commento di Alyssa Milano e Holly Marie Combs

Dopo che la sceneggiatrice Krista Vernoff ha condiviso il perché della decisione di licenziarsi dalla nota serie, l’attrice Alyssa Milano ha commentato via Twitter:

“Beh, questo mi ha assolutamente spezzato il cuore. Spero che non abbiamo fatto qualcosa che fosse ‘un male per il mondo’ per otto anni.

Penso che abbiamo dato il permesso a una generazione di donne di essere se stesse, di essere forti e sicure della propria sessualità. Sono così orgogliosa di ciò che questo spettacolo ha significato per così tante donne!”

Anche la costar della Milano, Holly Marie Combs, ha cinguettato sul suo profilo:

“Posso attestare al 1000% che Streghe non era male per il mondo. Le ragioni e le persone sono troppo lunghe per essere elencate. Forse era un male per il mondo di Krista in quel momento. Fine della storia.”

“E il fatto che possiamo ancora difendere noi stesse e lo spettacolo e le persone che l’hanno amato lo dimostra. Non mi è mai importato di quale produttore o dirigente della rete ci volessero più nude per i loro interessi economici.”

In risposta a queste critiche specifiche, la Vernoff ha voluto ulteriormente chiarire le sue osservazioni:

“Non credo che la serie sia stato un male per il mondo. Ho percepito che gli aspetti oggettivanti erano un male per il mondo e sono stati demoralizzanti per me. Provo amore per Streghe.”

Holly Marie Combs ha ribadito che il set dello show era così democratico che persino le attrici avevano la possibilità di cambiare i dialoghi a piacimento o rifiutare trame che non gradivano.

Leggi anche: Adam Brody si confida sul suo matrimonio: “Leighton Meeser è la mia bussola morale e la stella polare”
Continua a seguirci sui nostri social Facebook e Twitter! Fonte: toofab

Grave lutto per i Pooh: è morto Alex De Benedictis
alex de benedictis
Grave lutto per i Pooh: è morto Alex De Benedictis
Natale naturale: 9 idee per decorare con le piante
arredamento
Natale naturale: 9 idee per decorare con le piante
Stella di Natale: 10 cose da sapere
lifestyle
Stella di Natale: 10 cose da sapere

Peoplenow.it è partner di Smart eCommerce. La piattaforma editoriale e pubblicitaria per i siti ed i blog di informazione on-line. Smart eCommerce è curatore tecnologico e proprietario dei server che ospitano il sito. Smart eCommerce è curatore commerciale per la monetizzazione del traffico del sito. Chiedi info via e-mail ad adv@smartecommerce.it