Taylor Momsen confessa di aver avuto problemi di abuso da sostanze dopo la morte di Chris Cornell

La cantante e protagonista della serie 'Gossip Girl' Taylor Momsen ha rivelato di aver avuto una forte caduta nella tossicodipendenza
sei in  Musica

11 mesi fa - 18 Febbraio 2021

Taylor Momsen, la cantante della band rock The Pretty Reckless e rinomata protagonista della serie Gossip Girl, ha voluto rivelare, a cuore aperto, dei suoi problemi di tossicodipendenza.

L’artista ha parlato di un periodo estremamente oscuro della sua vita dopo la morte di Chris Cornell e del suo produttore di lunga data, Keto Khandwala.

Taylor Momsen, un’artista tormentata

In una lunga intervista al magazine americano People, Taylor Momsen ha rivelato di aver iniziato a soffrire di depressione e di lottare contro l’abuso di sostanze dopo il suicidio di Cornell nel 2017.

Con la sua band, i The Pretty Reckless, era, infatti, proprio in tour con Cornell in quel momento.

“L’apertura per i Soundgarden era il momento musicale più importante per me. Quindi un finale così tragico è stato schiacciante. Eravamo lì quella notte a Detroit [quando Chris è morto] e abbiamo parlato quella sera. Svegliarsi con la notizia che era morto è stato un tale shock. Non ero preparata a gestirlo.”

Dopo la scomparsa del leader dei Soundgarden, la band della Momsen aveva annullato prontamente il resto del tour.

Ancora incapace di riprendersi dal dolore, la cantante è caduta ancora più in depressione 11 mesi dopo, a seguito della morte per incidente stradale di Khandwala, il suo adorato produttore:

“Quando ho ricevuto quella telefonata che diceva che era morto, quello è stato il chiodo definitivo sulla mia bara. Sono entrata in questo buco di depressione totale e abuso di sostanze. Ero in uno spazio davvero malsano.”

Taylor Momsen ha affermato che ad aiutarla a superare questi momenti difficili è stato l’impegno per la lavorazione del suo nuovo album “Death by Rock and Roll“:

“Avevo rinunciato alla vita, ma poi sono passata alla musica. Mi ha salvata. Sono molto fortunato ad avere i miei migliori amici al mio fianco che mi spingono in una nuova direzione direzione. La musica è sempre stata la costante.”

Il nome dell’album veniva è proprio un omaggio al suo produttore scomparso Khandwala:

“Il titolo del nuovo album è un grido di battaglia per la vita: vivi la vita a modo tuo. Quindi, quando Kato è morto, quella frase è diventata di nuovo molto rilevante per me.”

“La considererei una rinascita nella mia vita in questo momento. Davvero. Io e la mia band ne abbiamo passate così tante, e il processo di guarigione non è affatto finito, ma siamo certamente sulla buona strada. Voglio che le persone sappiano che c’è una luce alla fine del il tunnel, e c’è sempre un motivo per andare avanti.”

Leggi anche: Gli Zero Assoluto tornano con “Astronave”, un nuovo singolo scritto da Gazzelle
Continua a seguirci sui nostri social Facebook e Twitter! Fonte: people.com

Taylor Momsen confessa di aver avuto problemi di abuso da sostanze dopo la morte di Chris Cornell
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Musica Condividi adesso
CONDIVIDI ADESSO
Facebook Whatsapp
Twitter Instagram Linkedin