Un farmaco della Pfizer rende un uomo con il morbo di Parkinson ipersessuale e dipendente dal gioco d’azzardo:

I magistrati della Corte d'Appello di Milano che hanno condonato la nota azienda farmaceutica
sei in  Salute

7 mesi fa - 5 Maggio 2021

Un farmaco della Pfizer rende un uomo con il morbo di Parkinson ipersessuale e dipendente dal gioco d’azzardo.

Pfizer Italia pagherà a un uomo di 60 anni circa mezzo milione di euro come risarcimento per gli effetti collaterali di Cabaser, che ha preso per alleviare i sintomi del Parkinson.

Il farmaco ha causato ipersessualità e voglia di gioco nella vittima.

L’uomo ha sofferto di effetti collaterali per cinque anni: dal 2001 al 2006.

Le informazioni su di loro apparivano nelle istruzioni per l’uso solo un anno dopo.

“I primi sintomi sono comparsi pochi mesi dopo l’assunzione del farmaco.

Sono diventato estremamente eccitato sessualmente e ho iniziato a recitare.

Pensavo di essere pazzo “, ha detto la vittima. L’italiano è stato persino costretto a lasciare il lavoro, poiché lì ha rubato 100mila euro per buttarli in un casinò online.

L’uomo ha intenzione di restituire i soldi dopo aver ricevuto un risarcimento.

Il processo è durato sei anni. L’avvocato italiano ha sottolineato che il suo cliente non ha mai contestato l’effetto medico del farmaco.

Il motivo del procedimento era la mancanza di informazioni importanti nelle istruzioni per l’uso.

Il principio cardine affermato dai magistrati d’appello di Milano che hanno condonato l’azienda farmaceutica e che le stessa deve:

“dimostrare la rigorosa osservanza di tutte le sperimentazioni e i protocolli previsti dalla legge prima della produzione e della commercializzazione del farmaco”; cosi come è stato anche confermato dalla Corte di Cassazione. Infatti che un farmaco della Pfizer rende un uomo con il vizio del gioco d’azzardo.

Leggi anche: In Italia il vaccino Johnson & Johnson potrebbe essere utilizzato solo per le persone over 60.

Seguiteci anche su Facebook & Twitter

Un farmaco della Pfizer rende un uomo con il morbo di Parkinson ipersessuale e dipendente dal gioco d’azzardo:
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Salute Condividi adesso
CONDIVIDI ADESSO
Facebook Whatsapp
Twitter Instagram Linkedin
TEMI DI QUESTO POST