Un giudice ordina 4 mesi di custodia cautelare per l’ex-presidente Áñez della Bolivia
Mondo

Un giudice ordina 4 mesi di custodia cautelare per l’ex-presidente Áñez della Bolivia

Un giudice in Bolivia ha ordinato che l’ex presidente ad interim Jeanine Áñez sia trattenuta per quattro mesi in detenzione preventiva a seguito del suo arresto con accuse legate alla cacciata del leader socialista Evo Morales nel 2019, che i suoi sostenitori considerano un colpo di stato.

I pubblici ministeri accusano la Áñez, che ha assunto la presidenza dopo le dimissioni e l’esilio di Morales, di terrorismo e sedizione per la violenta esplosione sociale che ha portato alla sua cacciata.

È stata arrestata sabato e ha definito la sua detenzione un “abuso”, negando che sia avvenuto un colpo di stato.

Dopo un’udienza virtuale a causa della pandemia, il giudice Regina Santa Cruz ha appoggiato la richiesta dei pubblici ministeri che la Áñez sia detenuta in un carcere femminile a La Paz.

Il giudice ha anche ordinato quattro mesi di arresto preventivo per due dei suoi ex ministri.

La Áñez e i due ex ministri hanno ascoltato la sentenza dalle celle della polizia e saranno trasferiti in prigione nelle prossime ore.

In precedenza, la Áñez ha invitato l’Organizzazione degli Stati americani e l’Unione Europea a inviare missioni in Bolivia per valutare quella che ha definito “una detenzione illegale”.

L’arresto della Áñez e i mandati contro numerosi altri ex funzionari hanno ulteriormente aggravato le tensioni politiche in un paese sudamericano già lacerato da una sequenza di presunti torti subiti da entrambe le parti.

Queste includono denunce secondo cui Morales era diventato più autoritario con quasi 13 anni in carica, che si era candidato illegalmente per una quarta rielezione e che poi avrebbe presumibilmente truccato il risultato, che le forze di destra hanno condotto proteste violente che hanno spinto le forze di sicurezza a dimettersi e che poi ha represso i suoi seguaci.

Decine di persone sono state uccise nel 2019 in una serie di manifestazioni contro e poi per Morales.

Sabato, Morales ha inviato un tweet dicendo: “Gli autori e i complici della dittatura dovrebbero essere indagati e pubblicati”.

Dopo che Morales si è dimesso – anche molti dei suoi principali sostenitori si sono dimessi. La Áñez, un legislatore che era stato diversi gradini nella scala della successione presidenziale, era stata nominata alla presidenza ad interim.

Leggi anche: Lo Sri Lanka bandirà il burqa, chiuderà oltre 1.000 scuole islamiche

Seguiteci anche su Facebook & Twitter

Grave lutto per i Pooh: è morto Alex De Benedictis
alex de benedictis
Grave lutto per i Pooh: è morto Alex De Benedictis
Natale naturale: 9 idee per decorare con le piante
arredamento
Natale naturale: 9 idee per decorare con le piante
Stella di Natale: 10 cose da sapere
lifestyle
Stella di Natale: 10 cose da sapere

Peoplenow.it è partner di Smart eCommerce. La piattaforma editoriale e pubblicitaria per i siti ed i blog di informazione on-line. Smart eCommerce è curatore tecnologico e proprietario dei server che ospitano il sito. Smart eCommerce è curatore commerciale per la monetizzazione del traffico del sito. Chiedi info via e-mail ad adv@smartecommerce.it