Una donna a capo dei Servizi Segretati Italiani: Elisabetta Belloni alla guida del Dipartimento per la sicurezza delle informazioni (DIS)

sei in  Donne

6 mesi fa - 14 Maggio 2021

Una donna a capo dei Servizi Segretati Italiani: Elisabetta Belloni alla guida del Dipartimento per la sicurezza delle informazioni (DIS)

Il Presidente del Consiglio dei Ministri, Mario Draghi, ha deciso di nominare Elisabetta Belloni a capo del Dipartimento per la sicurezza delle informazioni (DIS).

Il DIS è l’organo incaricato di sovrintendere alle attività dei servizi di intelligence interni ed esterni.

La nomina di Elisabetta Belloni apprezzata dal mondo politico italiano, tra cui il leader della Liga Matteo Salvini, che l’ha definita “una donna coraggiosa”.

Elisabetta Belloni, classe 1958, è stata una delle prime donne ad entrare a far parte del prestigioso ma soprattutto maschile Istituto Massimiliano Massimo di Roma; dove ha studiato anche il Presidente del Consiglio Draghi.

Dopo aver lavorato come diplomatica a Vienna e Bratislava; ha diretto la divisione crisi del Ministero degli Esteri italiano dal 2004 al 2008, diventando la prima donna in questo incarico.

Durante questo periodo, ha dovuto fare i conti con cittadini italiani uccisi o feriti all’estero, compresi rapimenti in Afghanistan e Iraq. Supervisionare delle operazioni per salvare gli italiani colpiti dal devastante tsunami dell’Oceano Indiano nel 2004.

Belloni è stata anche la prima donna a ricoprire la carica di Segretario Generale del Ministero degli Affari Esteri, la più alta carica diplomatica in Italia.

Nell’ambito del proprio lavoro, il dipartimento italiano di DIS si occupa anche di controspionaggio e cybersecurity.

Una donna a capo dei Servizi Segretati Italiani: Elisabetta Belloni alla guida del Dipartimento per la sicurezza delle informazioni (DIS)

Leggi anche: Il bracconaggio di rinoceronti in Sud Africa diminuisce drasticamente a causa del COVID-19.

Seguiteci anche su Facebook & Twitter

CONTINUA LA LETTURA
Homepage Donne Condividi adesso
CONDIVIDI ADESSO
Facebook Whatsapp
Twitter Instagram Linkedin
TEMI DI QUESTO POST