Uno dei vaccini cinesi per il Covid-19 è molto meno efficace di quanto inizialmente affermato

Uno dei principali vaccini cinesi Covid-19 sviluppato da Sinovac Biotech è stato efficace solo al 50,38% negli studi in fase avanzata in Brasile, dato significativamente inferiore rispetto ai risultati precedenti
di redazione
1 settimana fa
14 Gennaio 2021

Coronavac di Sinovac, uno dei vaccini cinesi

Uno dei principali vaccini cinesi Covid-19 sviluppato da Sinovac Biotech è stato efficace solo al 50,38% negli studi in fase avanzata in Brasile, dato significativamente inferiore rispetto ai risultati precedenti, secondo una dichiarazione pubblicata dal governo di San Paolo martedì.

Sebbene il numero superi la soglia richiesta per l’approvazione normativa, scende molto al di sotto del 78% annunciato in precedenza, sollevando dubbi sulla veridicità dei dati e alimentando lo scetticismo sull’apparente mancanza di trasparenza riguardo ai vaccini cinesi.

Gli analisti hanno affermato che il tasso di efficacia del vaccino Coronavac di Sinovac in Brasile – il più basso tra i suoi concorrenti globali – potrebbe influenzare la fiducia internazionale nei vaccini fabbricati in Cina e ostacolare lo sforzo di Pechino di riparare la sua immagine dalla sua cattiva gestione dell’epidemia fornendo vaccini per il Covid-19 nei paesi in via di sviluppo.

“L’Istituto Butantan e il governo di San Paolo riferiscono che il vaccino contro il coronavirus ha raggiunto un tasso di efficacia complessiva del 50,38% nello studio clinico condotto in Brasile, oltre a (un tasso di efficacia del) 78% per i casi lievi e 100% per i casi moderati e casi gravi di Covid-19”.

“Tutti i tassi sono superiori al livello del 50% richiesto dall’OMS (Organizzazione mondiale della sanità)”, si legge nella dichiarazione rilasciata martedì.

Il margine sottile come un rasoio per l’approvazione normativa rischia di suscitare preoccupazione tra gli scienziati, dato che la scorsa settimana l’istituto Butantan ha rilasciato risultati parziali di “efficacia clinica” che celebrano invece una efficacia che va dal 78% al 100% nella prevenzione.

“Per quanto riguarda l’efficacia complessiva dell’analisi, abbiamo soddisfatto i requisiti dell’Organizzazione mondiale della sanità con il 50,38%”, ha detto martedì durante una conferenza stampa Ricardo Palacios, direttore medico per la ricerca clinica presso il centro biomedico Butantan a San Paolo.

Gli altri vaccini

I risultati suggeriscono che Coronavac sia meno efficace dei vaccini alternativi sviluppati da Pfizer-BioNTech e Moderna, che hanno un tasso di efficacia di circa il 95%.

La Russia afferma che il suo vaccino Sputnik V è efficace al 91%, mentre il vaccino del Regno Unito, sviluppato dall’Università di Oxford e da AstraZeneca, ha un’efficacia media del 70%.

Il vaccino Sinovac è anche meno efficace del suo concorrente cinese interno, sviluppato dalla Sinopharm di proprietà statale, che si dice sia efficace al 79,34% .

Sinovac ha firmato accordi per fornire 46 milioni di dosi del suo vaccino Covid-19 al Brasile, 50 milioni di dosi alla Turchia e 7,5 milioni di dosi a Hong Kong.

Fornirà inoltre 40 milioni di dosi di vaccino sfuso – il concentrato di vaccino prima che venga diviso in fiale – all’Indonesia per la produzione locale.

Leggi anche: L’UE sta valutando l’approvazione del vaccino Oxford-AstraZeneca
Seguiteci anche su Facebook & Twitter

Temi di questo post