Viene ripristinata la data di esecuzione per l’unica donna nel braccio della morte in America


Viene ripristinata la data di esecuzione per l’unica donna nel braccio della morte in America

La data di esecuzione

Un gruppo di tre giudici della DC Circuit Court of Appeals ha confermato ieri una data di esecuzione per Lisa Montgomery, l’unica donna nel braccio della morte federale.

È ora prevista l’esecuzione appena prima dell’insediamento del presidente eletto Joe Biden, che si è impegnato invece ad abolire la pena di morte federale.

L’esecuzione di Montgomery era stata programmata per l’8 dicembre, ma un giudice l’ha rinviata dopo che i suoi avvocati hanno detto che gli era stato diagnosticato il Covid-19.

Il 23 novembre, il direttore del Federal Bureau of Prisons, Michael Carvajal, aveva riprogrammato l’esecuzione della Montgomery per il 12 gennaio.

La difesa

L’avvocato della Montgomery, Meaghan VerGow, ha dichiarato di non essere d’accordo con i giudici e presenterà una petizione affinché riconsiderino la loro decisione.

“Il governo federale deve essere tenuto a seguire la legge nel fissare qualsiasi data di esecuzione, come correttamente ritenuto dal tribunale distrettuale … Dato tutto ciò che sappiamo sulla malattia mentale di Lisa Montgomery, la sua vita di orribili torture e traumi e le molte persone in posizioni di autorità che avrebbe potuto intervenire per salvarla ma non l’ha mai fatto, non ci può essere alcun motivo di principio per eseguire la sua esecuzione “, ha detto VerGow. “Il governo dovrebbe interrompere i suoi sforzi incessanti per porre fine alla sua vita”.

VerGow ha chiesto al presidente Donald Trump di commutare la condanna di Montgomery in ergastolo senza possibilità di libertà condizionale.
L’amministrazione Trump ha supervisionato 10 esecuzioni federali negli ultimi mesi della sua presidenza. La Montgomery sarebbe la prima donna giustiziata dal governo degli Stati Uniti dal 1953.

Il crimine

Nel 2004, la Montgomery è stato condannata per aver strangolato una donna del Missouri che era incinta di otto mesi. Avrebbe poi, con un coltello, estratto il bambino dal ventre e rapito l’infante che è miracolosamente sopravvissuto.

L’ultima donna giustiziata dal governo degli Stati Uniti è stata Bonnie Brown Heady nel 1953, secondo i registri del Bureau of Prisons degli Stati Uniti, per rapimento e omicidio. Nello stesso anno gli Stati Uniti giustiziarono anche Ethel Rosenberg per spionaggio.

Leggi anche: L’Australia ha cambiato il suo inno nazionale nel tentativo di rispettare 60.000 anni di storia indigena
Seguiteci anche su Facebook & Twitter


Peoplenow.it è partner di Smart eCommerce. La piattaforma editoriale e pubblicitaria per i siti ed i blog di informazione on-line. Smart eCommerce è curatore tecnologico e proprietario dei server che ospitano il sito. Smart eCommerce è curatore commerciale per la monetizzazione del traffico del sito. Chiedi info via e-mail ad adv@smartecommerce.it