Bari: sequestra e violenta per mesi una 21enne. La polizia libera la donna dall’appartamento bunker
Italia

Bari: sequestra e violenta per mesi una 21enne. La polizia libera la donna dall’appartamento bunker

Una ragazza di 21 anni della provincia di Bari è stata violentata e sequestrata per mesi.

Il suo aguzzino l’ha chiusa in casa sigillando ogni uscita con lucchetti e nastro adesivo.

La vittima sequestrata a Bari è adesso incinta

La vittima, soccorsa dalla Polizia, ha riferito di essere incinta.

Secondo le indagini, la 21enne si allontana volontariamente dalla casa dei genitori durante il mese di dicembre dello scorso anno e trova ospitalità nella casa dell’uomo che poi si è rivelato essere il suo sequestratore.

L’uomo è Ismail Mahmed, pregiudicato di 31 anni di nazionalità egiziana regolare sul territorio nazionale, ora è in carcere per sequestro di persona, violenza sessuale e porto abusivo di armi o oggetti atti ad offendere.

L’aguzzino, sottoposto a un controllo perché non indossava correttamente la mascherina, è risultato essere una persona con precedenti penali dopo una perquisizione gli agenti lo hanno trovato in possesso di un coltello a serramanico.

L’atteggiamento teso dell’uomo ha insospettito i poliziotti che, dopo essere riusciti a risalire al domicilio, hanno effettuato una perquisizione dentro l’abitazione del sospettato.

Gli agenti hanno quindi rilevato che sulla porta d’ingresso, oltre ad una regolare serratura, c’era anche un lucchetto che poteva essere aperto solo dall’esterno.

Il migrante di Bari si è rifiutato più volte di aprire la porta di casa.

Dopo alcuni minuti i poliziotti sono però riusciti ad entrare nell’appartamento. Perquisendo le stanze gli agenti hanno scoperto la macabra situazione.

La ragazza, dopo essere stata liberata, ha raccontato agli inquirenti che dopo un primo periodo di regolare convivenza l’uomo ha cominciato più volte ad abusare sessualmente di lei.

Il 31enne le aveva impedito di uscire da sola e di utilizzare il telefono.

Aveva inoltre oscurato con dei pannelli adesivi tutte le finestre dell’abitazione.

La 21enne è ora affidata all’assistenza del personale di un Centro Anti Violenza.

Leggi anche: Chiamami con il mio nome: la scuola di Roma che sostiene gli studenti transgender
Continua a seguirci sui nostri social Facebook e Twitter! Fonte: fanpage

Grave lutto per i Pooh: è morto Alex De Benedictis
alex de benedictis
Grave lutto per i Pooh: è morto Alex De Benedictis
Natale naturale: 9 idee per decorare con le piante
arredamento
Natale naturale: 9 idee per decorare con le piante
Stella di Natale: 10 cose da sapere
lifestyle
Stella di Natale: 10 cose da sapere

Peoplenow.it è partner di Smart eCommerce. La piattaforma editoriale e pubblicitaria per i siti ed i blog di informazione on-line. Smart eCommerce è curatore tecnologico e proprietario dei server che ospitano il sito. Smart eCommerce è curatore commerciale per la monetizzazione del traffico del sito. Chiedi info via e-mail ad adv@smartecommerce.it